Il Mese Europeo del cervello: pr…

Per celebrare il Mese e…

Le strategie segrete dei batteri…

[caption id="attachment_7…

Neuroprotesi più accurate e più …

In un nuovo articolo, un …

Ricercatori finanziati dall'UE t…

[caption id="attachment_1…

Un feedback sui disturbi cerebra…

I disturbi cerebrali, com…

Tac a spirale: riduce del 20 per…

[caption id="attachment_9…

Melatonina, l'Italia si allinea …

Primo prodotto a base di …

Emicrania: scatoletta a impulsi …

[caption id="attachment_6…

Gardasil®: il Comitato Europeo p…

I dati di immunogenicità …

Botulinofilia: dipendenza da rit…

Una vera dipendenza per i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Medicina: al via la campagna nazionale col “Vademecum sul dolore”

impact_proactiveLotta al dolore: al via una capillare campagna nazionale di sensibilizzazione, patrocinata dal Governo

Il progetto nasce dall’impegno congiunto di Federconsumatori, Fondazione ANT Italia ONLUS e IMPACT Proactive: il problema riguarda quasi 15 milioni di italiani, ma solo il 40% sa come curarsi 

Più che un problema, è una vera emergenza sociale, che tocca da vicino almeno un italiano su cinque: è il dolore, fenomeno che solo in Italia colpisce oltre 12 milioni di persone (alcune analisi stimano fino a 15 milioni), di cui ancora oggi meno della metà – appena il 40% – sa a chi rivolgersi. Ed è proprio per rendere finalmente più informati e consapevoli i cittadini sugli strumenti legislativi e medici per combattere il dolore, che Federconsumatori, insieme a Fondazione ANT Italia ONLUS e IMPACT Proactive, e con il patrocinio del Ministero della Salute, ha lanciato una capillare campagna nazionale di sensibilizzazione su questa tematica.

Percepito per lungo tempo solo come un sintomo o la conseguenza di altre malattie, da accettare o comunque da curare secondariamente, il dolore oggi è invece considerato dalla classe medica come una vera e propria malattia. Grazie alla legge 38/2010 l’Italia ha in materia una legislazione all’avanguardia a livello europeo, eppure paradossalmente poco conosciuta da chi ne avrebbe bisogno. I dati più recenti ci dicono infatti che il 40% dei cittadini non sa ancora oggi a chi rivolgersi in caso di dolore, mentre solo il 32% è stato informato dal proprio medico, il 22% da amici e parenti e il 14% su Internet. Inoltre, solo il 35% sa che in Italia c’è una legge sul tema (fonte: Fondazione Isal).

Dall’impegno congiunto dei tre enti è nato così un apposito “Vademecum sul dolore”, esaustivo e di facile consultazione, per informare il più ampio numero possibile di cittadini: per poter riconoscere il dolore e saper valutare i propri sintomi, per conoscere i farmaci, ma soprattutto per sapere a chi rivolgersi, dove sono ubicati i centri di terapia del dolore e i centri di cure palliative, e quali sono i diritti dei cittadini garantiti dalla Legge 38/2010.

Il “Vademecum sul dolore”, accompagnato da una locandina, sarà a disposizione dei cittadini negli oltre 1000 sportelli di Federconsumatori e nelle 120 Delegazioni di Fondazione ANT dislocate su tutto il territorio italiano, e sarà distribuito a tutti i partner coinvolti; sarà inoltre scaricabile dai tre siti di Federconsumatori, ANT e IMPACT proactive.

La campagna di informazione sulla Legge 38/2010 e dolore ha un importante elemento di novità: per restare più vicini ai cittadini, a distanza di due mesi dal lancio della campagna sarà infatti diffuso, con la stessa capillarità del materiale informativo, un questionario per cogliere le reali esigenze del cittadino. I risultati saranno condivisi con la classe medica, le associazioni e le istituzioni nel corso di un Workshop promosso da IMPACT proactive a Firenze nel giugno 2015 con i suoi oltre 80 partner e nei convegni di Federconsumatori e Fondazione ANT.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi