CLUB DELL’OMOTOSSICOLOGIA: LA PA…

Appuntamento con il Club …

Nuovo metodo di coltura delle st…

[caption id="attachme…

Dipendenze: un nuovo modello neu…

Grazie a un test su topi …

MASCHIO O FEMMINA? LO DIRA' TEST…

[caption id="attachme…

Traumi al polso: i segnali da no…

Il 30% dei traumi riscont…

Nuova importante scoperta Italia…

[caption id="attachment_7…

Epstein-Barr e Sclerosi multipla…

Uno studio della Fondaz…

Barbecue non proprio 'salubre': …

[caption id="attachment_7…

Svelate cellule del sistema nerv…

La scoperta di una ricerc…

Leucemia mielogena acuta: la fir…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Linfoma a basso grado di malignità: presentati nuovi farmaci al Gemelli

“Nuovi farmaci nel trattamento dei linfomi a basso grado di malignita'” e’ il tema del convegno promosso dal Professor Valerio De Stefano, Direttore della Cattedra di Ematologia dell’Universita’ Cattolica – Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma, e che si svolgera’ mercoledi’ 6 maggio presso l’Aula Brasca del Policlinico dalle ore 9.00 alle 18.00.


Presidenti del Corso i Dottori Luca Laurenti e Stefan Hohaus, dell’Istituto di Ematologia della Cattolica. Obiettivo del meeting scientifico e’ di illustrare l’applicazione delle nuove molecole alle malattie linfoproliferative croniche, che fino a pochi anni fa disponevano di una conoscenza terapeutica ridotta, e oggi grazie alle nuove competenze biologiche possono beneficiare di farmaci innovativi.     “Negli ultimi anni si sta assistendo ad un cambio epocale riguardo le nozioni biologiche e gli sviluppi medici nell’ambito delle malattie linfoproliferative – spiegano gli ematologi del Gemelli Laurenti e Hohaus -.

Certo e’ che oggi queste patologie devono essere gestite da professionisti che abbiano chiare le innumerevoli opzioni terapeutiche, e sappiano allo stesso tempo gestire nuove complicanze che possono sorgere. Il Corso e’ stato inserito nel Piano Formativo 2015 per la Formazione Continua in Medicina (ECM), ottenendo 9,4 di crediti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi