Dall'86° congresso della Società…

Professor Fulvio Colombo …

Allarme batterio killer: Germani…

C'e' una spedizione di ce…

Ospedali pain free per grandi e …

Ben 2 bambini su 5 e 1 ad…

Vitamina D3, cistatina e tumori …

[caption id="attachment_1…

Diabetici: si usano i vermi per …

Un nuovo trattamento co…

Tumori: farmaco contro tumori so…

Un farmaco gia' usato per…

Allo studio il colesterolo ultra…

Anziani e diabetici fate …

Grazie ad un raro batterio, scop…

Grazie a un raro batt…

Si può vivere con un solo emisfe…

[caption id="attachment…

Un meccanismo di regolazione gen…

Un particolare tipo di se…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Inseminazione intrauterina: maggiori i successi se buona la quantita’ di spermatozoi

Uno studio osservazionale prospettico ha valutato gli effetti del numero degli spermatozoi mobili introdotti con l’inseminazione e della percentuale di spermatozoi morfologicamente normali sul successo della inseminazione intrauterina.

Spermatozoi6 300x225 Inseminazione intrauterina: maggiori i successi se buona la quantita di spermatozoi

spermatozoi


Lo studio ha coinvolto 393 coppie che si sono sottoposte a 714 cicli di inseminazione intrauterina.
Tutti i cicli di inseminazione intrauterina sono stati preceduti da superovulazione ovarica con compresse di Clomifene citrato ( 50 mg; Clomid ) somministrate due volte al giorno per 5 giorni a partire dal secondo giorno del ciclo mestruale e una fiala di Gonadotropina menopausale umana ( 75 UI per via intramuscolare; hMG ) una volta al giorno per 5 giorni a partire dal giorno 5 del ciclo. I cicli sono stati monitorati con ultrasonografia transvaginale. Le inseminazioni intrauterine sono state effettuate con un catetere 36 ore dopo le iniezioni di Gonadotropina corionica umana ( hCG ). La principale misura di esito era la gravidanza clinica. Sono state osservate in totale 79 gravidanze cliniche con un tasso di gravidanza clinica dell’11.06%. Il tasso di gravidanze per ciclo è stato pari a 5.55% con un numero di spermatozoi mobili inferiore a 5×10(6) e ha raggiunto il 24.28% con spermatozoi con motilità normale superiore a 5×10(6). Per le pazienti di età inferiore ai 25 anni in presenza di un numero di spermatozoi mobili maggiore di 5×10(6), il tasso di gravidanza per ciclo è stato del 28.2% significativamente più alto rispetto al tasso rilevato nelle altre classi di età. Oltre i 35 anni non è stata osservata nessuna gravidanza in caso di numero di spermatozoi mobili inferiori a 5×10(6) e il tasso di gravidanza è risultato molto basso ( 0,84% ) con un numero di spermatozoi mobili maggiori di 5×10(6). Quando la morfologia normale degli spermatozoi era superiore al 30% e il numero di spermatozoi mobili maggiore di 5×10(6), il tasso di gravidanza è risultato pari al 20.77%. In conclusione, l’inseminazione intrauterina utilizzata per trattare fattori di infertilità maschile, ha poche probabilità di successo se la donna ha più di 35 anni, il numero degli spermatozoi mobili è inferiore a 5×10(6) e la morfologia normale degli spermatozoi è inferiore al 30.

Alimentazione

Caffè ep…

05 apr 2014 alimentazione Salvo Franchina No comments

Un recente studio co…

Limite p…

03 apr 2014 alimentazione Salvo Franchina No comments

Un nuovo studio pubb…

Metastas…

30 mar 2014 alimentazione Salvo Franchina No comments

Le pesche inibiscon…

Cibi fri…

19 mar 2014 alimentazione Salvo Franchina No comments

Fritti 'killer' per…

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: