AIDS: estratti dell'albero di Ne…

Estratti dell'albero del …

L'Alzheimer si propaga a livello…

[caption id="attachment_1…

Dolore: stop a FANS e COXIB nell…

Ridurre l’uso improprio d…

A Verona il primo test del Dna a…

Personal Genomics, spin-…

Tumori ai polmoni: nuove speranz…

Tumore al polmone, uno s…

Merck Serono sponsor ufficiale d…

  I progressi della ri…

Sclerosi multipla: concorre anch…

[caption id="attachment_7…

Farmaci di uso comune potrebbero…

Gli antidolorifici come l…

A PARUZZARO L’OPEN DAY “SALUTE D…

Il 22 ottobre screening g…

Riprodotte le cellule dei vasi s…

Un team di ricercatori de…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Inseminazione intrauterina: maggiori i successi se buona la quantita’ di spermatozoi

Uno studio osservazionale prospettico ha valutato gli effetti del numero degli spermatozoi mobili introdotti con l’inseminazione e della percentuale di spermatozoi morfologicamente normali sul successo della inseminazione intrauterina.

spermatozoi

spermatozoi


Lo studio ha coinvolto 393 coppie che si sono sottoposte a 714 cicli di inseminazione intrauterina.
Tutti i cicli di inseminazione intrauterina sono stati preceduti da superovulazione ovarica con compresse di Clomifene citrato ( 50 mg; Clomid ) somministrate due volte al giorno per 5 giorni a partire dal secondo giorno del ciclo mestruale e una fiala di Gonadotropina menopausale umana ( 75 UI per via intramuscolare; hMG ) una volta al giorno per 5 giorni a partire dal giorno 5 del ciclo. I cicli sono stati monitorati con ultrasonografia transvaginale. Le inseminazioni intrauterine sono state effettuate con un catetere 36 ore dopo le iniezioni di Gonadotropina corionica umana ( hCG ). La principale misura di esito era la gravidanza clinica. Sono state osservate in totale 79 gravidanze cliniche con un tasso di gravidanza clinica dell’11.06%. Il tasso di gravidanze per ciclo è stato pari a 5.55% con un numero di spermatozoi mobili inferiore a 5×10(6) e ha raggiunto il 24.28% con spermatozoi con motilità normale superiore a 5×10(6). Per le pazienti di età inferiore ai 25 anni in presenza di un numero di spermatozoi mobili maggiore di 5×10(6), il tasso di gravidanza per ciclo è stato del 28.2% significativamente più alto rispetto al tasso rilevato nelle altre classi di età. Oltre i 35 anni non è stata osservata nessuna gravidanza in caso di numero di spermatozoi mobili inferiori a 5×10(6) e il tasso di gravidanza è risultato molto basso ( 0,84% ) con un numero di spermatozoi mobili maggiori di 5×10(6). Quando la morfologia normale degli spermatozoi era superiore al 30% e il numero di spermatozoi mobili maggiore di 5×10(6), il tasso di gravidanza è risultato pari al 20.77%. In conclusione, l’inseminazione intrauterina utilizzata per trattare fattori di infertilità maschile, ha poche probabilità di successo se la donna ha più di 35 anni, il numero degli spermatozoi mobili è inferiore a 5×10(6) e la morfologia normale degli spermatozoi è inferiore al 30.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!