Ricerca approfondisce l'argoment…

[caption id="attachment_5…

Trapianto staminali guarisce da …

Il trapianto simultaneo d…

Sclerosi multipla: se scarseggia…

Identificato un mecca…

Festività Natalizie: dalla Socie…

Roma, 20 dicembre 2018 – …

L'emicrania è donna?

A Cosenza un incontro per…

BRAVE Awards 2012: Il programma…

I caregivers[*] non profe…

Dipendenza da alcol: terapie per…

Le dipendenze da alc…

Nuovo farmaco anti-veleno dal pu…

Un nuovo farmaco antivel…

Depressione post-ferie, ma la pi…

Un rientro "perfetto",…

Marijuana: può provocare seri di…

L’uso di marijuana è stat…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Testosterone sarà la contraccezione al maschile(?)

Una molecola di testosterone

Una molecola di testosterone

(AGI) – Washington, 4 mag. – Scoperto un nuovo metodo di contraccezione maschile. Si tratta di un’iniezione a base di testosterone i cui effetti non solo sono efficaci, ma reversibili e sicuri. Lo ha annunciato un gruppo di ricercatori del National Research Institute for Family Planning di Pechino, Cina, in uno studio pubblicato sulla rivista ‘Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism’. “Per le coppie che non possono o preferiscono non usare la contraccezione femminile, le opzioni sono la vasectomia, il preservativo o il coito interrotto”, ha spiegato Qun Yi-Gu, uno degli autori della ricerca.

“Il nostro studio”, ha sottolineato l’esperto, “mostra come un contraccettivo ormonale maschile possa essere un’alternativa praticabile”. In pratica, i ricercatori hanno iniettato un composto a base di androgeni a 1.054 uomini sani in eta’ fertile (compresa tra i 20 e i 45 anni). Ogni soggetto aveva una normale storia medica e almeno un figlio e le rispettive compagne, d’eta’ compresa tra i 18 e i 38 anni, erano sane e fertili. A ogni uomo sono stati iniettati mensilmente 500 milligrammi di un composto di ‘testosterone undecanoato’ (Tu) in olio di semi di te’ per trenta mesi. I risultati sono stati sorprendenti: il tasso di gravidanza e’ stato pari al 1,1 per cento uomini. Inoltre, gli effetti del nuovo contraccettivo sarebbero reversibili. “Nonostante i risultati incoraggianti”, ha precisato Gu, “la sicurezza a lungo termine di questo contraccettivo ormonale maschile richiede una piu’ ampia sperimentazione con particolare attenzione per la sicurezza cardiovascolare, della prostata e dei comportamenti”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi