Tessuto adiposo di fianchi, glut…

[caption id="attachme…

HIV: studio dimostra dove il vir…

Identificata la regione d…

Vent’anni dei farmaci equivalent…

4 miliardi di risparmi da…

Depressione: livelli di folato e…

Scarsi livelli di vitamin…

Carenza di ferro e anemia: nel m…

Diete sbagliate e disturb…

Cancro orale, presto test della …

Presto sara' sviluppato u…

Dieta ipo-proteica per chi soffr…

Una dieta ipoproteica puo…

Linfoma periferico a cellule T: …

[caption id="attachme…

A Valenza una giornata di inform…

Mercoledì 13 aprile, a Va…

Quando il cervello viene salvato…

Ridurre la temperatura co…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Testosterone sarà la contraccezione al maschile(?)

Una molecola di testosterone

Una molecola di testosterone

(AGI) – Washington, 4 mag. – Scoperto un nuovo metodo di contraccezione maschile. Si tratta di un’iniezione a base di testosterone i cui effetti non solo sono efficaci, ma reversibili e sicuri. Lo ha annunciato un gruppo di ricercatori del National Research Institute for Family Planning di Pechino, Cina, in uno studio pubblicato sulla rivista ‘Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism’. “Per le coppie che non possono o preferiscono non usare la contraccezione femminile, le opzioni sono la vasectomia, il preservativo o il coito interrotto”, ha spiegato Qun Yi-Gu, uno degli autori della ricerca.

“Il nostro studio”, ha sottolineato l’esperto, “mostra come un contraccettivo ormonale maschile possa essere un’alternativa praticabile”. In pratica, i ricercatori hanno iniettato un composto a base di androgeni a 1.054 uomini sani in eta’ fertile (compresa tra i 20 e i 45 anni). Ogni soggetto aveva una normale storia medica e almeno un figlio e le rispettive compagne, d’eta’ compresa tra i 18 e i 38 anni, erano sane e fertili. A ogni uomo sono stati iniettati mensilmente 500 milligrammi di un composto di ‘testosterone undecanoato’ (Tu) in olio di semi di te’ per trenta mesi. I risultati sono stati sorprendenti: il tasso di gravidanza e’ stato pari al 1,1 per cento uomini. Inoltre, gli effetti del nuovo contraccettivo sarebbero reversibili. “Nonostante i risultati incoraggianti”, ha precisato Gu, “la sicurezza a lungo termine di questo contraccettivo ormonale maschile richiede una piu’ ampia sperimentazione con particolare attenzione per la sicurezza cardiovascolare, della prostata e dei comportamenti”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!