21.8 C
Roma
lunedì, Ottobre 18, 2021

Farmaci per l’ipertensione riducono la progressione dell’Alzheimer

Da leggere

Dei comuni farmaci utilizzati per controllare la pressione del sangue sono stati scoperti essere efficaci nel ridurre la frequenza e la progressioni dei disturbi legati alla demenza e malattie come l’Alzheimer.

Sono i farmaci inibitori dei recettori dell’angiotensina (ARB) che, secondo i ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) avrebbero queste potenzialità. E, per arrivare alle loro conclusioni hanno analizzato i dati provenienti da un ricco database di proprietà del Dipartimento di Salute US detto DVAHS.

I dati osservati riguardavano persone che assumevano i farmaci ARB e sono stati confrontati con soggetti con un analogo stato di salute che, tuttavia, assumevano farmaci diversi.
I risultati ottenuti sono stati sorprendenti: nei soggetti che curavano l’ipertensione con i farmaci ARB il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer o la demenza era ridotto del 50%, mentre coloro che assumevano sia i farmaci ARB che i farmaci ACE (convertitori dell’enzima angiotensina) si mostrava una riduzione del rischio del 55%.
Un’ulteriore valore aggiunto è stato scoprire che tra le persone già sofferenti di demenza o Alzheimer, l’assunzione di questi farmaci ha ridotto del 67% la probabilità di essere ricoverati in casa di cura o morire.

Il dr. Benjamin Wolozin, coordinatore dello studio e professore di farmacologia, ha dichiarato che i dati suggeriscono chiaramente che i farmaci ARB proteggono dallo sviluppo e progressione di Alzheimer e demenza.
Lo studio è stato pubblicato sul numero di gennaio del “British Medical Journal”.

0 0 votes
Article Rating
- Advertisement -

Più articoli

1 COMMENT

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Farmaci per l’ipertensione riducono la progressione dell’Alzheimer […]

- Advertisement -

Ultimi inserimenti

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: