Tumore al seno: secondo Veronesi…

''Siamo in una fase inter…

Febbre tifoidea: ottimi risultat…

Sono positivi i risultati…

Di cancro infantile si guarisce …

Di cancro infantile si pu…

Prolasso della valvola mitrale: …

Determinato il primo gene…

Supermalaria: studio scopre rime…

I parassiti responsabili …

Lotta alle infezioni, premiata r…

La European Federation of…

Artrite Reumatoide: allo studio …

Un gruppo di ricercatori …

Latte di coniglio 'biotech' per …

[caption id="attachment_5…

Difetti di meccanismi di riparaz…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Osteoporosi: due nuovi marker per individuare la patologia

vanilloid receptor

Roma, 26 gen – Si chiamano ‘cannabinoidi’ e ‘vanilloidi’ e saranno i nuovi bersagli da colpire per sconfiggere l’osteoporosi. Questi due nuovi marker sono, infatti, coinvolti direttamente nello sviluppo della malattia e saranno fondamentali per sviluppare farmaci capaci contemporaneamente di incrementare la densita’ della massa ossea riducendo il rischio di fratture, e di controllare il dolore. La scoperta, pubblicata a livello internazionale sulla rivista Bone, ha portato la ricercatrice Francesca Rossi – una laurea in Medicina e Chirurgia e un dottorato di Ricerca in Scienze farmacologiche e medicina clinica e sperimentale alla II Universita’ degli Studi di Napoli – a vincere il premio Isa Coghi istituito dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da) e Amgen Dompe’.

La ricercatrice ora punta a confermare e validare il ruolo di questi nuovi markers per arrivare all’elaborazione di protocolli terapeutici e alla sperimentazione di nuove molecole in grado di operare su questi sistemi. Per questi motivi il Comitato di O.N.Da (composto da Gilberto Corbellini, Adriana Albini e Maria Luisa Brandi) ha deciso di assegnare il premio Isa Coghi a Francesca Rossi e al suo lavoro intitolato ”Osteoporosi e sistema cannabinoide/vanilloide: nuovi markers di malattia e nuovi target terapeutici”. Il riconoscimento – che ammonta a 15mila euro e verra’ versato alla struttura universitaria in cui lavora la premiata – verra’ assegnato nel corso di una cerimonia che si terra’ oggi pomeriggio nella sede del Senato a Palazzo Giustiniani.

Archivi