Disfagia: colpisce un italiano s…

Disagio nel deglutire, o …

Cancro: identificata molecola ch…

Identificata una molecola…

Attivazione neuroni con la sola …

E' possibile comandare gr…

Il Manifesto per l'aderenza alla…

Nei Paesi occidentali l’a…

Gas intestinali possono essere a…

Il gas presente nel nostr…

Incidenti domestici: tra le prim…

Stress e scarsa conoscenz…

AIDS, le donne con HIV: parte il…

Si chiama ''SHE'' (Strong…

A.L.I.CE. ITALIA ONLUS ACCOGLIE …

Finalmente riconosciuta l…

Tecnica 'allena' il sistema immu…

Le cellule del sistema im…

Citomegalovirus: metodo per elim…

Alcuni studiosi della…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro: terapia al testosterone per un recupero post-battaglia

molecola di testosterone

Un nuovo studio ha trovato che molti maschi reduci da terapie anti-cancro che sviluppano carenza di testosterone, dopo aver ricevuto chemioterapia o radioterapia hanno una ridotta qualità della vita e livelli di energia ridotti. Pubblicata la ricerca , sull’American Cancer Society, lo studio suggerisce che i giovani di sesso maschile reduci dalla battaglia contro il cancro, con carenza di testosterone può trarre beneficio dalla terapia con testosterone.

La deficienza di testosterone è un effetto collaterale tardivo della radioterapia e chemioterapia che si verifica in circa il 15 per cento dei maschi. Ricercatori guidati dal professor Richard Ross, MD, FRCP, dell’Università di Sheffield nel Regno Unito, ha esaminato la relazione tra livelli di testosterone, la qualità della vita, l’autostima, la fatica e la funzione sessuale in 176 maschi giovani reduci da cure anti cancro contro 213 giovani senza cancro.

Gli uomini, che hanno ricevuto le cure anti cancro, hanno detto che hanno mostrato una marcata compromissione della qualità della vita, così come i livelli di vitalità e la qualità della funzione sessuale. Questei effetti collaterali erano rilevati in maniera elevata nei pazienti con basso livello di testosterone. Disagio psicologico non era elevato, l’autostima era normale, attività sessuale non erano compromessi negli uomini post trattamento, con normale livello di testosterone.

Il professor Ross ha commentato: “Questo è un importante studio che dimostra come i bassi livelli di testosterone sono comuni negli uomini che hanno lottato contro il cancro, e associati ad una qualità di vita compromessa. Tuttavia, la relazione tra livelli di testosterone e qualità della vita è complessa e sembra dipendere da un livello di concentrazione piuttosto che da una correlazione diretta. Adesso abbiamo bisogno di sperimentazione diretta con testosterone, per determinare l’efficacia della terapia e quali sono i pazienti su cui potrebbe maggiormente sortire effetti benefici. ”
American Cancer Society

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi