Al Besta messa a punto cura cont…

[caption id="attachment_8…

Italiani sedentari: sovrappeso u…

Sedentari, poco sportivi,…

Cosa fa funzionare i mitocondri

[caption id="attachment_8…

Ricreata in laboratorio l'origin…

[caption id="attachment_6…

Broccoli anti-cancro, ma collabo…

[caption id="attachment_…

Sindrome metabolica: frutta secc…

Le noci e altri tipi di f…

Autismo e schizofrenia condivido…

[caption id="attachment_9…

Il laser di nuova generazione pe…

[caption id="attachment_…

La chiave della 'speciazione' e'…

[caption id="attachment_7…

Disturbo da deficit di attenzion…

È così il vostro bambino?…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellule staminali pluripotenti: studi recenti ‘calibrano’ le aspettative

la differenziazione cellulare

la differenziazione cellulare

La grande promessa delle cellule staminali pluripotenti indotte (iPS), le cosiddette staminali ‘ringiovanite’, consiste nella possibilita’ che queste possano disporre delle stesse caratteristiche delle staminali embrionali, senza suscitare problemi etici e controversie fra gli scienziati.
Uno studio pubblicato su ‘Pnas’ getta ombre sulla reale abilita’ delle ‘cellule bambine’ ringiovanite di comportarsi come embrionali ‘doc’.

In particolare, la ricerca ha confrontato la capacita’ delle iPS e delle embrionali di differenziarsi in cellule del cervello e ha evidenziato che, alla prova dei fatti, le cellule ringiovanite si differenziano in modo meno efficiente ed efficace rispetto alle controparti embrionali.
“A questo punto c’e’ ancora del lavoro da fare per generare cellule staminali pluripotenti indotte ideali per le applicazioni”, conclude Su-Chun Zhang, docente dell’University of Wisconsin-Madison School of Medicine.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Essere Medico Oggi

La ricerca è l’unica speranza.. speriamo bene!

Archivi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x