Nuove strategie terapeutiche ant…

Abbasanta (OR), 13 aprile…

Studi sul gene del linguaggio sv…

Una nuova ricerca mostra …

Parere positivo del CHMP per sim…

BEERSE, BELGIO – 24 marzo…

[AME] Il diabete mellito di tipo…

L’OMS lancia l’allarme: s…

Ghiandole sudoripare accelerano …

La pelle umana contiene …

PIU’ ASSENZE E VOTI BASSI PER I …

I bambini americani perdo…

Screening al seno: riduce il ris…

Lo screening riduce sign…

Artrosi: sostanza chimica in gra…

Una nuova potenziale tera…

Dolore e contatto: due capacità …

La capacità di distinguer…

Alzheimer: funziona la prevenzio…

La somministrazione prolu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Discheratosi congenita: riprogrammate cellule che rallentano invecchiamento

Telomerasi

Un’equipe di ricercatori Usa e’ riuscito a riprogrammare geneticamente le cellule di alcuni pazienti affetti da una rara malattia degenerativa ricostruendo i telomeri, la parte finale dei cromosomi che previene l’invecchiamento cellulare.

Lo studio, coordinato dal Dr. Suneet Agarwal dell’Ospedale pediatrico di Boston, e’ stato pubblicato su Nature.


I ricercatori hanno prelevate cellule epiteliali della pelle di tre pazienti affetti da ‘discheratosi congenita’ (o sindrome di Zinsser-Cole-Engman), una malattia che distrugge i telomeri e causa un invecchiamento precoce, e le hanno riprogrammate mutandole in cellule staminali capaci di riattivare la telomerasi. Quest’ultimo e’ l’enzima che permette di ricostruire i telomeri persi nell’attivita’ di duplicazione cellulare, in modo da mantenere integri i cromosomi. Una volta che i telomeri si esauriscono – naturalmente o piu’ rapidamente nelle persone affette da discheratosi – le cellule muiono. Lo studio, secondo gli autori, apre la strada alla popssibilita’ di sviluppare farmaci per conservare i propri telomeri, prolungando la vita.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi