GE HEALTHCARE PRESENTA LE NUOVE …

La divisione medicale di …

Dai pipistrelli, oltre alla cont…

I pipistrelli possono for…

Ictus: quella passeggiata quotid…

Camminare puo' ridurre il…

Ratto robot con i baffi dà nuovo…

[caption id="attachment_1…

Il biosimilare in Italia è un’oc…

Roma, 25 giugno 2015 - “L…

Bilirubina: protegge da cancro e…

Il pigmento contenuto nel…

[AIRC] La leucemia nemica meno t…

[caption id="attachment_9…

Test italiano per predire Alzhei…

C4D, un semplice esame di…

Dolore, a Udine la campagna di f…

Dolore cronico in ortoped…

Proteina orexina, legata alla so…

La proteina orexina, che …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Discheratosi congenita: riprogrammate cellule che rallentano invecchiamento

Telomerasi

Un’equipe di ricercatori Usa e’ riuscito a riprogrammare geneticamente le cellule di alcuni pazienti affetti da una rara malattia degenerativa ricostruendo i telomeri, la parte finale dei cromosomi che previene l’invecchiamento cellulare.

Lo studio, coordinato dal Dr. Suneet Agarwal dell’Ospedale pediatrico di Boston, e’ stato pubblicato su Nature.


I ricercatori hanno prelevate cellule epiteliali della pelle di tre pazienti affetti da ‘discheratosi congenita’ (o sindrome di Zinsser-Cole-Engman), una malattia che distrugge i telomeri e causa un invecchiamento precoce, e le hanno riprogrammate mutandole in cellule staminali capaci di riattivare la telomerasi. Quest’ultimo e’ l’enzima che permette di ricostruire i telomeri persi nell’attivita’ di duplicazione cellulare, in modo da mantenere integri i cromosomi. Una volta che i telomeri si esauriscono – naturalmente o piu’ rapidamente nelle persone affette da discheratosi – le cellule muiono. Lo studio, secondo gli autori, apre la strada alla popssibilita’ di sviluppare farmaci per conservare i propri telomeri, prolungando la vita.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi