Tumori: virus Herpes simplex mod…

[caption id="attachment_8…

Immunologia: percorso formativo …

Al via il corso di perfez…

Lanciato nuovo sito finanziato d…

È stato appena lanciato u…

CCSVI: nasce l'Associazione Nazi…

VENERDI' 9 APRILE 2010: L…

Diabete: dolcificanti artificial…

Il consumo di dolcifican…

“Adherence to treatment in chron…

Roma, 5 aprile 2013 – Cir…

Chemioterapia del futuro: cellul…

Cellule staminali mesench…

Fotografati i neuroni dell'aggre…

'Fotografati' nel cervell…

Più giorni liberi da sintomi e m…

L’inattività fisica …

Calvizie: nuova frontiera con ce…

Ricercatori dell’Universi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Discheratosi congenita: riprogrammate cellule che rallentano invecchiamento

Telomerasi

Un’equipe di ricercatori Usa e’ riuscito a riprogrammare geneticamente le cellule di alcuni pazienti affetti da una rara malattia degenerativa ricostruendo i telomeri, la parte finale dei cromosomi che previene l’invecchiamento cellulare.

Lo studio, coordinato dal Dr. Suneet Agarwal dell’Ospedale pediatrico di Boston, e’ stato pubblicato su Nature.


I ricercatori hanno prelevate cellule epiteliali della pelle di tre pazienti affetti da ‘discheratosi congenita’ (o sindrome di Zinsser-Cole-Engman), una malattia che distrugge i telomeri e causa un invecchiamento precoce, e le hanno riprogrammate mutandole in cellule staminali capaci di riattivare la telomerasi. Quest’ultimo e’ l’enzima che permette di ricostruire i telomeri persi nell’attivita’ di duplicazione cellulare, in modo da mantenere integri i cromosomi. Una volta che i telomeri si esauriscono – naturalmente o piu’ rapidamente nelle persone affette da discheratosi – le cellule muiono. Lo studio, secondo gli autori, apre la strada alla popssibilita’ di sviluppare farmaci per conservare i propri telomeri, prolungando la vita.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!