Diabete: l'aumento di acidi gras…

I pazienti affetti da dia…

La chirurgia tra tecniche sempre…

Centinaia di chirurghi da…

Spondiloartriti: 7 diagnosi su 1…

Ben 7 pazienti su 10 …

Sedano e prezzemolo possono arre…

Una sostanza contenuta ne…

Diabete. Rischio di fallimento p…

Quale assistenza per il d…

Rene policistico: ridotti i casi…

I pazienti affetti da ma…

Termalismo: a Monfalcone gocce d…

Le rinnovate Terme Roma…

Infezioni polmonari: esperto con…

Asciugare il bucato in ca…

Tumore al cervello: scoperta la …

[caption id="attachment_1…

L'importanza del medico di medic…

L’importanza del medico d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperte due proteine causa del dolore infiammatorio

Due proteine giocano un ruolo chiave nelle infiammazioni, e possono essere un obiettivo per la prossima generazione di antidolorifici. Lo ha scoperto uno studio guidato dall’Universita’ di Leeds, e pubblicato dal Journal of Clinical investigation. “Il dolore e’ causato da una serie di segnali elettrici mandati dalle cellule nervose – ha spiegato Nikita Gamper, che ha guidato lo studio – e conosciamo ancora poco del meccanismo con cui sono generati. Questo ci ha portato allo sviluppo di antidolorifici generici che agiscono sul sistema nervoso centrale, che pero’ hanno diverse controindicazioni”.

I ricercatori hanno scoperto che una sostanza rilasciata nel sito dell’infiammazione, chiamata ‘bradichinina’, regola due proteine comunemente trovate nelle terminazioni nervose periferiche, che sono responsabili del segnale elettrico mandato al cervello. Le proteine individuate si chiamano ‘Ano1’ e ‘M’, ed e’ la prima volta che si riscontra un loro ruolo specifico legato al dolore infiammatorio. “Il processo che abbiamo identificato – ha concluso Gamper – ha luogo nei neuroni periferici. Se troveremo dei farmaci in grado di colpirlo creeremo degli antidolorifici che lasciano il sistema nervoso centrale intatto, evitando la probabilita’ di effetti collaterali dannosi come l’assuefazione”

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!