Osteoporosi: per 3 donne su 5 vi…

Invecchiamento e menopaus…

La mappatura del genoma sul codi…

[caption id="attachment_8…

Tumori ereditari: insorgenza in …

Nelle donne, l'insorgenza…

Parkinson: guida sicura con la s…

La stimolazione cerebrale…

Cellule riprogrammate per produr…

Un gruppo di scienziati d…

Sindrome feto-alcolica: evitabil…

Circa 70 milioni di indiv…

Uno spray genetico contro un vir…

[caption id="attachment_7…

Virus Emergenti, il ritorno di p…

Milano, 30 maggio 2013 – …

L'importanza delle tecniche di i…

Al via a Napoli la XII ed…

Parkinson: identificata una prot…

Identificata una proteina…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumore alla prostata: a Savigliano attivo un test innovativo

PCA g3

PCAg3

Savigliano, 09 mar. – Un’arma in più per combattere il tumore alla prostata – il cancro più comune nell’uomo, nella maggior parte dei casi asintomatico – è attiva da circa un anno al SS. Annunziata di Savigliano, dove gli specialisti della struttura complessa di Urologia hanno la possibilità di eseguire un nuovo esame, la PCA3. Il Prostate Cancer gene 3 (PCA3) è un nuovo test genetico, effettuato su un campione di urina (non sostituisce il dosaggio del PSA e la visita, consigliati nella prevenzione a partire dai 50 anni di età). L’esame è altamente specifico per il tumore della prostata e, contrariamente al PSA, non aumenta in presenza di condizioni quali ingrossamento benigno o infiammazione della prostata. Il PCA3 Test può fornire ulteriori informazioni che possono aiutare il paziente e l’urologo a valutare l’opportunità di procedere ad una biopsia prostatica oppure se è necessario ripeterla a distanza di tempo.

Un PCA3 Score alto indica un’aumentata probabilità di biopsia positiva, ovvero presenza di cellule tumorali nella prostata. Un PCA3 Score basso indica una ridotta probabilità di biopsia positiva. I prelievi vengono eseguiti presso l’ambulatorio di Urologia dell’Ospedale di Savigliano in giornate dedicate, inviati a cura del reparto stesso presso il laboratorio analisi dell’Ospedale Gradenigo di Torino che è struttura di riferimento in quanto la prima ad iniziare l’esecuzione di tale test. L’esame è mutuabile: i pazienti esenti non pagano nulla altrimenti devono semplicemente versare il ticket. La risposta giunge direttamente a casa del paziente tramite posta prioritaria. La valutazione dell’esito avviene nel corso della successiva visita del paziente.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x