Linagliptin approvato dalla FDA …

Primo inibitore del DPP-4…

Mylan supporta il progetto dell'…

Milano, 18 Dicembre 2012 …

Tumori: statine possono rallenta…

Le statine, noti farmaci …

I suoni si fissano al cervello e…

[caption id="attachment_7…

Leucemia: verso un possibile vac…

Il sistema immunitario de…

Tumori: dal c-MET alla TAC a spi…

L'obbiettivo è il solito:…

Dipendenza da Facebook? A.I.D.A:…

Cresce la sindrome del ‘M…

Dolore cronico: al via il proget…

Il farmacista come riferi…

Magnesio contro il declino cogni…

Mentre una carenza di mag…

Studio pilota con brentuximab ve…

– Sopravvivenza glo…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: terapia a base di anticorpi ‘confina’ danni malattia

Una terapia che usa i naturali anticorpi prodotti dal corpo umano riduce la perdita di volume del cervello causata dall’Alzheimer. Lo hanno scoperto i ricercatori del NewYork-Presbyterian Hospital in uno studio presentato al meeting dell’American Academy of Neurology. I risultati si riferiscono a uno studio di fase 2 che ha comportato la somministrazione per endovena a 20 pazienti di immunoglobulina umana (Igiv) una o due volte al mese per un anno e mezzo.

Uno studio del cervello con la risonanza magnetica ha mostrato alla fine dello studio che l’atrofia dei soggetti trattati si era fermata all’1,6 per cento contro il 2,2 per cento del gruppo di controllo. Lo studio ha anche mostrato che nei soggetti trattati non c’era la perdita di capacita’ che si e’ riscontrata negli altri. Attualmente e’ in atto uno studio di fase 3, su una platea piu’ vasta di pazienti, sempre coordinato dall’istituto americano

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi