Tumori intestinali: ottimo deter…

Mangiare 100 grammi in pi…

Il naturale 'sonar' dei non vede…

I non vedenti possono svi…

Da farmaco anti-tumorale possibi…

[caption id="attachment_…

Farmaci: nuovi, contro il colest…

Un nuovo farmaco iniettab…

DNA: Ecco come due metri di dopp…

[caption id="attachment…

Batteri modificati per diventare…

[caption id="attachment_1…

INFLUENZA 2016/17: attesa stagio…

Milano, 3 ottobre 2016 - …

Disturbi come depressione, schiz…

Uno studio su 61mila indi…

Tumore al seno: quando il ruolo …

Un nuovo studio condotto…

Il meccanismo che decide la fine…

I ricercatori del Sanford…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: stimolazione magnetica per migliorarne il decorso

L’applicazione di magneti al cervello puo’ migliorare alcuni sintomi dell’Alzheimer. Lo afferma uno studio italiano pubblicato dal ‘Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry’ e ripreso dal quotidiano britannico ‘Independent’. I ricercatori coordinati da Maria Cotelli Maria Cotelli dell’Irccs Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli hanno studiato 10 pazienti cui e’ stata applicata la stimolazione magnetica transcranica (Tms), una rapida successione di impulsi magnetici, al lobo prefrontale per 25 minuti. Meta’ dei pazienti ha ricevuto il trattamento per cinque giorni a settimana per un mese, mentre l’altra meta’ ha ricevuto un finto trattamento per due settimane seguito da due settimane di Tms.


I pazienti che hanno avuto il trattamento completo hanno mostrato una maggiore comprensione di cio’ che veniva loro detto fino al 77 per cento, un miglioramento ancora visibile dopo 8 settimane. Secondo gli autori il trattamento e’ specifico per questo sintomo, e serviranno altri studi piu’ ampi per confermarlo.salco

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x