Neuroni: scoperto il meccanismo …

E' possibile produrre piu…

Nanotubi di carbonio: come il me…

[caption id="attachment_9…

Creata prima retina da cellule s…

[caption id="attachment_7…

Come il DNA virale viene 'snodat…

[caption id="attachment_5…

Il gene del seme animale che res…

[caption id="attachment_8…

Déjà-vu: spiegato il fenomeno se…

Quante volte pensiamo di …

“L’incanto a Teatro” Torna la II…

Dopo il grande successo d…

Il caldo e l'insufficienza venos…

[caption id="attachment_1…

Obesità: ricerca italiana su leg…

Non si ingrassa solo perc…

Dieta mediterranea: più di ogni …

Olio d'oliva e noci sono …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rituximab migliora sopravvivenza in pazienti con linfoma follicolare

   Roche ha annunciato i dati relativi allo studio PRIMA di fase III. I dati hanno dimostrato che la prosecuzione della terapia con rituximab per due anni in pazienti che rispondevano al trattamento iniziale con rituximab in combinazione con chemioterapia, ha raddoppiato la possibilità di sopravvivere senza progressione della malattia (PFS), rispetto ai pazienti che non sono stati sottoposti alla terapia di mantenimento. Lo studio ha coinvolto pazienti affetti da linfoma follicolare in stadio avanzato non precedentemente trattato.


Nello studio non è stato osservato nulla di nuovo da segnalare in merito alla sicurezza e il profilo di sicurezza di rituximab è risultato coerente con l’esperienza terapeutica precedente.
I dati sono stati presentati nel corso di un press-cast dell’ASCO (American Society of Clinical Oncology) il cui 46° Meeting Annuale è in corso dal 4 e durerà fino all’8 giugno 2010 a Chicago. I risultati dello studio PRIMA saranno presentati nel dettaglio sabato 5 giugno.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x