Parodontite: spesso il laser è i…

Laser a diodi e una spec…

Scoperta biotech a Milano: gene …

Un team di ricercatori de…

I prematuri in Italia: rappresen…

La Società Italiana di In…

L'aiuto dei batteri probiotici c…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali: "creata" cart…

Scienziati britannici han…

Carenza di Vitamina D in gravida…

Le mamme che presentano u…

[IBFAN ITALIA] “Latte materno e …

In relazione alla not…

Déjà-vu: spiegato il fenomeno se…

Quante volte pensiamo di …

Sindrome di Beckwith-Wiedemann: …

Luce sui meccanismi alla …

Tubercolosi: nuove importanti sc…

La tubercolosi è una mala…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

In arrivo grafene antibatterico

In futuro una nuova ‘carta antibatterica’, in grado di uccidere i microrganismi, potrebbe essere usata per cerotti e involucri che evitano le infezioni. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Acs Nano, in cui viene descritto il materiale ottenuto da fogli sottilissimi di carbonio. Il nuovo materiale e’ stato preparato utilizzando il grafene, una forma del carbonio sottilissima che viene sperimentata per diversi usi, dalle celle solari ai chip per computer.

Chunhai Fan, Qing Huan dello Shanghai Institute of Applied Physics hanno deciso di testare i suoi effetti sui microrganismi viventi. Per l’esperimento sono stati realizzati dei fogli di grafene ossido, su cui si e’ cercato di far crescere colture batteriche senza successo. Il materiale ha avuto pochie effetti avversi invece su cellule umane. “Il grafene ha mostrato un grande effetto antibatterico – ha spiegato i ricercatori nell’articolo – e visto che puo’ essere prodotto facilmente in grande quantita’ in fogli flessibili potra’ avere importanti applicazioni cliniche e ambientali”. –

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi