Progetto Athena scopre il segret…

Ricercatori del progetto …

Ingegneria dei tessuti: vene bio…

Scienziati americani hann…

Endometriosi: fino al 10% posson…

L'endometriosi è una pato…

I dati relativi all’impiego, in …

Milano, 29 ottobre 2013 –…

Farmaci tiroide: raccomandazioni…

'Fino a quando non sarann…

PSA e tumore alla prostata: occh…

Ogni anno in Italia si re…

Un disordine dell'orecchio potre…

Disordini dell'orecchio i…

Cattivo umore: non è sempre nega…

Essere scontrosi e di cat…

Neuroni: scoperto il meccanismo …

E' possibile produrre piu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

In arrivo grafene antibatterico

In futuro una nuova ‘carta antibatterica’, in grado di uccidere i microrganismi, potrebbe essere usata per cerotti e involucri che evitano le infezioni. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Acs Nano, in cui viene descritto il materiale ottenuto da fogli sottilissimi di carbonio. Il nuovo materiale e’ stato preparato utilizzando il grafene, una forma del carbonio sottilissima che viene sperimentata per diversi usi, dalle celle solari ai chip per computer.

Chunhai Fan, Qing Huan dello Shanghai Institute of Applied Physics hanno deciso di testare i suoi effetti sui microrganismi viventi. Per l’esperimento sono stati realizzati dei fogli di grafene ossido, su cui si e’ cercato di far crescere colture batteriche senza successo. Il materiale ha avuto pochie effetti avversi invece su cellule umane. “Il grafene ha mostrato un grande effetto antibatterico – ha spiegato i ricercatori nell’articolo – e visto che puo’ essere prodotto facilmente in grande quantita’ in fogli flessibili potra’ avere importanti applicazioni cliniche e ambientali”. –

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!