Emofilia: FedEmo chiede la corre…

Proposta di correzione al…

Turni notturni aumentano inciden…

Lavorare di notte per…

Carcinoma mammario: nuova soluzi…

Presentati i risultati d…

Corea di Huntington: la drosophi…

[caption id="attachment_7…

Sclerosi Multipla: attesi i risu…

La ricerca sulla sclerosi…

La chiave dell'infertilita' masc…

[caption id="attachme…

HIV: cronologia di una lunga ric…

[caption id="attachment_3…

Malattie neurodegenerative: trat…

Una speranza per contrast…

Ancora un passo in avanti nella …

ALT- Associazione per la …

Cuore: con gli innesti biodegrad…

Un innesto per arterie co…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La possibilita’ di un vaccino antinfluenzale universale

Un vaccino universale in grado di difendere da più virus influenzali nello stesso momento potrebbe essere disponibile entro pochi anni. L’annuncio arriva dagli Stati Uniti dai ricercatori del National Institute of Allergy and Infectious Diseases. La sperimentazione sulla sicurezza del super-vaccino comincerà nel 2013, ma già adesso gli scienziati guidati da Gary Nabel, dalle pagine della rivista Science, si dicono “molto entusiasti” per i risultati ottenuti sugli animali. Il prototipo del siero ha mostrato in laboratorio di immunizzare da molti sotto-tipi influenzali, compreso l’H5N1, il virus dell'”influenza aviaria”, da tutti ceppi della stagionale del 2006 e del 2007 e persino da quello mortale del 1934. A distanza di 3 settimane, l’80% dei topi vaccinati è sopravvissuto al contagio del virus letale.

I ricercatori hanno adoperato una diversa via “genetica” per combattere le astuzie del virus. Gli anticorpi umani, infatti, attaccano la superficie del virus, che gli scienziati paragonano alla testa di un lecca-lecca, ma il virus cambia di continuo “sapore” per non farsi riconoscere. In sostanza modifica il proprio involucro proteico, l’emoagglutinina, così da rendersi irriconoscibile agli anticorpi maturati dall’uomo in un contagio precedente. Il super-vaccino, invece, sarebbe capace di memorizzare un’altra sezione del virus, meno variabile, paragonata al “bastoncino” che regge il lecca-lecca, rendendo l’immunizzazione più forte e prolungata nel tempo. (ASCA)

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x