Carcinoma polmonare: Afatinib tr…

Afatinib (BIBW 2992*), in…

Dimostrata la connessione tra la…

[caption id="attachme…

Cellule staminali ringiovanite i…

Un team del Centro nazion…

Ebola: è nipponico l'annuncio di…

I ricercatori giapponesi …

Colesterolo cattivo e malattie c…

Previene le problematiche…

Cancro alla prostata: il vaccino…

Un trattamento che utili…

Bacillus cereus: ecco come, nel …

L'avvelenamento da cibo c…

GE HEALTHCARE LANCIA UN ACCELERA…

L’acceleratore di impresa…

Riduzione significativa della pe…

I risultati dello studio …

HIV: battere il virus nella repl…

La replicazione dell'Hiv …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Virus Epatite C: trovato materiale genetico nei pipistrelli

Il virus dell’epatite C potrebbe essere “nato” nei pipistrelli, che ne sono tutt’ora un “serbatoio naturale”. Lo suggerisce uno studio statunitense pubblicato dalla rivista Plos Pathogens. Usando metodi di analisi genetica, i ricercatori di diversi centri Usa e del Bangladesh hanno trovato materiale genetico di un virus correlato a quello dell’epatite nella saliva di 98 pipistrelli del paese asiatico, e secondo l’articolo il fatto che i campioni contenessero Dna virale suggerisce un meccanismo per la trasmissione da questi animali ad altri, fino ad arrivare all’uomo.

Prima di questo studio tracce del virus erano state trovate nei primati, ma secondo i ricercatori l’origine potrebbe essere proprio nei pipistrelli. “Oltre a fornire una prova dell’origine dell’epatite – ha spiegato Ian Lipkin del Center for Infection and Immunity della Columbia University – questo studio conferma l’importanza di monitorare la presenza di virus negli ‘hotspots’ come quello dell’Asia, per prevenire future epidemie”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!