Tumore al seno: un test genomico…

La diagnosi, già in uso i…

HIV: protocollo terapeutico in g…

La combinazione di farm…

Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Obesita’, una patologia ad alto …

Associazione di Iniziativ…

Melanoma: colpire l'angiogenesi …

Novita' importanti per co…

Alzheimer: ansiolitici e sonnife…

L’uso di ansiolitici e so…

La settimana Mondiale del Cervel…

“Neurologia e donna” uno …

Stress e rischio infarto: i cape…

[caption id="attachment_9…

Dieta mediterranea: scudo anti-d…

La dieta mediterranea rid…

Magnetoterapia pulsata per ridur…

MILANO - I calciatori son…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il cuore in forma per la salute generale del nostro cervello

Avere un cuore in forma rallenta l’invecchiamento cerebrale. Lo hanno scoperto un gruppo di ricercatori Usa, secondo i quali la salute di cuore e cervello vanno di pari passo; e mantenere in forma il proprio cuore puo’ rallentare l’invecchiamento del cervello. Un team della Boston University si e’ accorto che le persone sane, ma con cuori pigri e che pompano meno sangue al cervello, hanno cervelli che risultano piu’ vecchi allo scanner. Il team, che ha tenuto sotto osservazione 1.500 persone, ha osservato che il cervello si restringe man mano che invecchia; e una scarsa irrorazione cardiaca fa invecchiare il cervello di una media di due anni. Il legame e’ stato osservato tanto tra le persone con meno di 30 anni, che non avevano mai avuto problemi cardiaci, che in quelle piu’ anziane con problemi.

In realta’ i partecipanti con un volume cerebrale risultato piu’ piccolo alla risonanza magnetica non hanno mostrato segni clinici di una ridotta funzionalita’ cerebrale; ma secondo i ricercatori il rimpicciolimento puo’ essere il segnale iniziale che qualcosa non va; e molti casi di restringimento grave e atrofia cerebrale finiscono poi con la demenza

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!