L'Italian Rolfing week, per dire…

Sedute gratuite e seminar…

NEUROPROBES: il progetto per son…

[caption id="attachment_7…

Tumore al seno: fumo e recettori…

[caption id="attachment_8…

Difetti della coagulazione e odo…

Roma, 21 novembre 2013 - …

Cancro, nuove scoperte tra inter…

Sessanta nuovi geni poten…

Perdita di udito: come affrontar…

Circa il 16 per cento deg…

Tumori: una proteina correlata a…

La mancanza della protein…

Esami di imaging fanno lievitare…

Gli esami di imaging sono…

Morbillo: il virus che potrebbe …

Il virus del morbillo, in…

Oncologo: dalle sigarette elettr…

"Il vantaggio evident…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Medicina nucleare: comincia la carenza di isotopi radioattivi

Nel mondo c’e’ carenza di isotopi radioattivi, la ‘materia prima’ in medicina nucleare. L’allarme arriva dagli Stati Uniti ed e’ stato lanciato nel corso del simposio di apertura del 240/mo Meeting della American Chemical Society. Il problema riguarda anche l’Europa, perche’ c’e’ carenza di ciclotroni, le strutture in cui si producono, e in particolare l’Italia, dove mancano del tutto.

Secondo i ricercatori americani ogni anno si eseguono solo in Usa qualcosa come 20 milioni di esami diagnostici e cure che richiedono l’uso di isotopi radioattivi e la disponibilita’ dell’isotopo piu’ usato, il ‘tecnezio-99m’, non potendo essere conservato perche’ e’ una molecola molto instabile, va diminuendo in modo preoccupante, spiega Robert Atcher del National Isotope Development Center di Los Alamos. ”Sebbene il pubblico possa non pienamente esserne consapevole – spiega – siamo nel bel mezzo di una carenza globale di isotopi’

E il problema, avvertono i ricercatori, potrebbe investire oltre alla diagnostica anche le terapie, per esempio le cure oncologiche. (ANSA).

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!