Epatociti ottenuti da cellule st…

Un nuovo metodo per crear…

Donne più vulnerabili allo svilu…

[caption id="attachment_4…

Retinoblastoma: a Siena protocol…

Sta dando risultati posit…

Tumori: dodici consigli per ridu…

Dallo stop al fumo al…

Disfunzione erettile: sei uomini…

Almeno una volta nella vi…

TAKEDA annuncia la disponibilità…

Alogliptin è il primo e u…

Ormone della crescita in eta' ma…

[caption id="attachment_1…

Laser terapia contro fratture e …

[caption id="attachment_9…

Helicobacter pylori: provoca ulc…

[caption id="attachment_2…

HTA: a Bari il programma di form…

Bari, 13 Settembre – Gest…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Medicina nucleare: comincia la carenza di isotopi radioattivi

Nel mondo c’e’ carenza di isotopi radioattivi, la ‘materia prima’ in medicina nucleare. L’allarme arriva dagli Stati Uniti ed e’ stato lanciato nel corso del simposio di apertura del 240/mo Meeting della American Chemical Society. Il problema riguarda anche l’Europa, perche’ c’e’ carenza di ciclotroni, le strutture in cui si producono, e in particolare l’Italia, dove mancano del tutto.


Secondo i ricercatori americani ogni anno si eseguono solo in Usa qualcosa come 20 milioni di esami diagnostici e cure che richiedono l’uso di isotopi radioattivi e la disponibilita’ dell’isotopo piu’ usato, il ‘tecnezio-99m’, non potendo essere conservato perche’ e’ una molecola molto instabile, va diminuendo in modo preoccupante, spiega Robert Atcher del National Isotope Development Center di Los Alamos. ”Sebbene il pubblico possa non pienamente esserne consapevole – spiega – siamo nel bel mezzo di una carenza globale di isotopi’

E il problema, avvertono i ricercatori, potrebbe investire oltre alla diagnostica anche le terapie, per esempio le cure oncologiche. (ANSA).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi