Novità in endocrinologia al Cong…

ABSTRACT RELATORI   …

Il DNA mitocondriale racconta la…

L’uomo non africano s…

Siena: trapianto di midollo per …

E' stato effettuato a Sie…

Tumori della pelle: elastografia…

Una tecnica ultrasonica a…

Le nuove frontiere della psichia…

Roma, 25 febbraio 2015 – …

RANKL: il segreto del diabete na…

Uno studio pubblicato su …

Ansia: scoperte aree del cervell…

Problemi di comunicazione…

Tumori: PSA non sempre e' test a…

L'esame del PSA (antigene…

Mieloma multiplo: sviluppata nuo…

Sviluppata una molecola s…

Identificata una nuova classe di…

Scoperta la capacità di a…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Medicina nucleare: comincia la carenza di isotopi radioattivi

Nel mondo c’e’ carenza di isotopi radioattivi, la ‘materia prima’ in medicina nucleare. L’allarme arriva dagli Stati Uniti ed e’ stato lanciato nel corso del simposio di apertura del 240/mo Meeting della American Chemical Society. Il problema riguarda anche l’Europa, perche’ c’e’ carenza di ciclotroni, le strutture in cui si producono, e in particolare l’Italia, dove mancano del tutto.


Secondo i ricercatori americani ogni anno si eseguono solo in Usa qualcosa come 20 milioni di esami diagnostici e cure che richiedono l’uso di isotopi radioattivi e la disponibilita’ dell’isotopo piu’ usato, il ‘tecnezio-99m’, non potendo essere conservato perche’ e’ una molecola molto instabile, va diminuendo in modo preoccupante, spiega Robert Atcher del National Isotope Development Center di Los Alamos. ”Sebbene il pubblico possa non pienamente esserne consapevole – spiega – siamo nel bel mezzo di una carenza globale di isotopi’

E il problema, avvertono i ricercatori, potrebbe investire oltre alla diagnostica anche le terapie, per esempio le cure oncologiche. (ANSA).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi