Pronto intervento ictus con un s…

L'ospedale 'Jazzolino' di…

Aspirina e acetaminofene invalid…

...che siano contro l'inf…

Al Cardarelli "sfida" di alta ch…

Il 28 novembre 2013 avrà …

Epilessia: astrociti i neurotras…

[caption id="attachment_7…

Identificati i geni coinvolti ne…

Lo sforzo congiunto di st…

I sulfamidici potrebbero tornare…

I principali effetti …

Descritta molecola che regola i …

[caption id="attachme…

(SIC) Società Italiana Cancerolo…

Dalle promesse delle nano…

Osservata dinamica delle tossine…

[caption id="attachme…

Arriva Tapentadolo, nuova fronti…

Il dolore cronico non o…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Micro-intervento per ridurre al minimo i sintomi della rinite allergica

Il Journal of Rhinology, la rivista scientifica piu’ autorevole del settore otorinolaringoiatrico, nel suo ultimo numero ha ratificato il protocollo micro-operatorio di un chirurgo italiano, Lino Di Rienzo Businco. Tale metodica prevede il trattamento dell’ipertrofia dei turbinati nella rinite allergica nel totale rispetto della mucosa nasale, senza traumi e sanguinamenti, e consente la riduzione dei sintomi allergici nasali, cosi’ invalidanti della qualita’ della vita dei pazienti allergopatici. Il protocollo messo a punto da Di Rienzo Businco ha estremizzato il concetto della micro-invasivita’ dell’endoscopia operativa a radiofrequenze al plasma si e’ dimostrato efficace nel migliorare la respirazione su una grande serie di pazienti affetti da rinite allergica verso la polvere, le graminacee e la parietaria. La causa piu’ frequente della difficolta’ respiratoria e’ rappresentata dall’ipertrofia dei turbinati.

I turbinati non sono una patologia o un nemico da combattere che e’ cresciuto nel nostro naso: i turbinati (ne abbiamo tre in ciascuna fossa nasale) sono preziose strutture osteo-mucose in grado di riscaldare, umidificare, filtrare e condizionare l’aria che respiriamo. Quindi da preservare e trattare col massimo rispetto.In Europa e negli Stati Uniti la patologia allergica con ostruzione nasale e’ arrivata a colpire sino al 25 per cento della popolazione, ed e’ previsto che raggiunga, nei prossimi 10 anni, il picco epidemico del 50 per cento specie nelle aree cittadine ed industrializzate, a motivo delle allergie, degli agenti inquinanti ed irritanti che respiriamo nella vita quotidiana: gas, prodotti della combustione dei motori, smog. Anche negli uffici spesso si sviluppa reattivita’ nasale verso agenti provenienti dai climatizzatori, dagli arredi o dalle vernici e dai materiali delle pareti e pavimenti (rinite vasomotoria). In passato i turbinati venivano bruciati o tagliati con forbici e bisturi. Una soluzione radicale che privava il paziente di un apparato importante. Seguendo la procedura messa a punto da Di Rienzo Businco l’energia delle radiofrequenze e’ in grado di “sgonfiare” il turbinato ingrossato senza traumi e senza dolore in un tempo inferiore al minuto. Sono pertanto trattamenti veloci eseguiti in regime di day-surgery. Niente tagli, niente suture, niente sanguinamento, niente danni ai tessuti sani o ricorso ai famigerati tamponi nasali. Si potra’ tornare alle attivita’ produttive dopo poche ore, riducendo dolore, farmaci e costi, sia per il paziente che per il servizio sanitario nazionale. A differenza delle precedenti tecnologie a radiofrequenze, oggi e’ sufficiente una singola applicazione per risolvere il problema in modo radicale e definitivo in adulti e bambini e si e’ anche in grado di ricostruire i turbinati “rovinati” da interventi chirurgici precedenti. E’ la prima tecnica chirurgica miniinvasiva in grado di curare l’allergia, allergia che e’ sempre stata tradizionalmente intesa come una malattia a terapia eminentemente medica. Questi importanti risultati sottolineano l’importanza e la necessita’ di un approccio integrato multidisciplinare otorino-allergologo alle sindromi ostruttive nasali allergiche, inserendo sempre da oggi questa possibilita’ nel bagaglio terapeutico delle riniti allergiche.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!