Sequenziato il genoma del parass…

[caption id="attachment_1…

2 OTTOBRE, GIORNATA INTERNAZIONA…

Per il 7° anno consecutiv…

Astrociti al comando delle funzi…

[caption id="attachment_8…

Dolore cronico: in provincia ne …

Dal 2011 al 2012 ha incre…

Depressione e lutto: la psichiat…

Secondo la prestigiosa ri…

La madre di tutti gli uomini..ma…

[caption id="attachment_9…

Brachiterapia efficace contro ca…

La brachiterapia e' solit…

Tumore al colon da consumo di ca…

Mangiare amido resistente…

I flavonoidi sono alleati del cu…

La ricerca scientifica su…

Cure palliative: un enorme passo…

La Federazione degli Or…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Per riparare il cuore, trasformazione fibroblasti in cardiomiociti

Roma, 6 ago – Trasformare i fibroblasti – particolari cellule strutturali compongono parte del tessuto cardiaco – in cardiomiociti, cioe’ nelle cellule che permettono al cuore di pulsare: la scoperta, pubblicata oggi su Cell da un gruppo di studiosi della University of California di San Francisco (Usa), rivela che con un cocktail di tre ingredienti sara’ possibile convertire i fibroblasti in cardiomiociti, aprendo la strada a nuove cure che permetteranno di rimpiazzare il tessuto cardiaco necrotico e non piu’ funzionante con delle cellule nuove e perfettamente ”battenti”.

”Nel campo cardiaco abbiamo cercato per oltre 20 anni per capire come convertire le cellule non-muscolari nel muscolo cardiaco – spiega detto Deepak Srivastava, che ha partecipato allo studio -. Ora abbiamo trovato un modo per trasformare i fibroblasti, che costituiscono il 50% di tutte le cellule cardiache, in cardiomiociti”.

L’attuale ricetta si basa sull’inserimento nelle cellule cardiache di tre geni tramite un virus. A lungo termine, gli stessi geni potranno essere introdotti in uno stent inserito nel cuore per guidare la ricrescita del muscolo cardiaco: ”Questo e’ il nostro obiettivo a lungo termine”, ha dichiarato Srivastava.(ASCA)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi