Alcool, invecchiamento precoce e…

[caption id="attachment_7…

HIV: protocollo terapeutico in g…

La combinazione di farm…

Ictus: un semplice test per calc…

Gli anziani che hanno dif…

Cancro al colon: scoperto gene c…

Si chiama GSK 3B (Gly…

Anemia falciforme: sulla strada …

Scoperta una potenzi…

Ictus: negli agrumi un aiuto all…

Le donne che mangiano reg…

Antibiotici, nostri alleati ma a…

L’Italia è ai primi posti…

Descritti cinque nuovi geni asso…

[caption id="attachment_7…

Tumori e alimentazione: le propr…

[caption id="attachment_5…

Colesterolo sotto controllo con …

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’ipotesi sull’origine genetica della sindrome da iperattivita’

Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattivita (Adhd) potrebbe avere un’origine genetica. Lo ha dimostrato per la prima volta uno studio pubblicato dalla rivista The Lancet, secondo cui la patologia ha origine nel cervello, e non dipende dai genitori come qualche teoria sostiene. I ricercatori dell’Universita’ di Cardiff hanno analizzato il Dna di 39 bambini affetti dalla patologia, confrontandolo con quello di piu’ di mille persone sane. Il 15 per cento dei bambini malati ha mostrato ampie variazioni nei geni, riscontrate solo nel 7 per cento del gruppo di controllo.


“Abbiamo trovato che, confrontati con il gruppo di controllo, i bambini affetti dall’Adhd hanno un tasso molto piu’ alto di frammenti del genoma duplicati o mancanti – ha spiegato Anita Thapar, che ha coordinato la ricerca – questo e’ molto incoraggiante per noi, perche’ e’ la prima dimostrazione di un link genetico per questa patologia”.

I bambini affetti da Adhd sono iperattivi, possono avere tendenze distruttive e hanno problemi di apprendimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: