Nel giorno delle professioni i f…

Roma, 1° marzo 2012 - Il …

Disturbi del sonno: potrebbe ess…

Studio della Harvard Medi…

Morte neuronale: il ruolo crucia…

La comprensione del ruolo…

La memoria e le capacità rievoca…

Il migliore fattore predi…

Tumori prostatici: nanoparticell…

Una nuova strategia che, …

Contro i virus non sempre è nece…

Una sperimentazione sui t…

Medicina rigenerativa: cellule e…

[caption id="attachment_8…

A Valenza una giornata di inform…

Mercoledì 13 aprile, a Va…

Farmaci innovativi sul territori…

Roma, 6 novembre 2014. “A…

Cancro: terapia col virus "Rigvi…

Stranamente, i malati di …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Medicina Rigenerativa: le staminali per il trattamento dell’Insufficienza epatica

Gia’ arruolati 4 pazienti per il trial clinico, di cui 3 gia’ reinfusi con cellule staminali senza problemi. Si parlera’ di questi importanti risultati al convegno ‘Esperienze in Medicina Rigenerativa: le cellule staminali per il trattamento dell’Insufficienza epatica’ in corso al S.Orsola -Malpighi di Bologna, al quale partecipano i principali esperti a livello internazionale.

Il convegno vuole puntualizzare lo stato dell’ arte del trattamento medico e del trapianto nella cirrosi epatica, e il ruolo che possono avere le cellule staminali, in questo contesto, nel presente e nel futuro. Inoltre, saranno presentati i risultati degli studi pre-clinici e dei primi pazienti arruolati in questo protocollo. Infine nella tavola rotonda saranno discussi gli aspetti medici, biologici, tecnici e autorizzativi che sono fondamentali per lo sviluppo di progetti di Medicina Rigenerativa che coinvolgono cellule staminali.


La Regione Emilia-Romagna e le 4 sedi universitarie regionali hanno bandito nel 2007 dei progetti di ricerca finalizzati alla medicina rigenerativa. Uno dei progetti finanziati aveva come scopo lo studio delle cellule staminali per il trattamento della insufficienza epatica terminale nei pazienti cirrotici (responsabile scientifico, prof. Roberto M. Lemoli). Tale patologia, attualmente trattabile solo con il trapianto di fegato, rappresenta una delle principali cause di mortalita’ nella popolazione di molte regioni italiane. Le prime fasi della ricerca hanno dimostrato la possibilita’ di isolare e caratterizzare e produrre per uso clinico le cellule staminali multipotenti CD133+ dotate di notevole capacita’ rigenerativa e protettiva. Cio’ e’ stato possibile – informa il S.Orsola di Bologna – grazie al lavoro dei ricercatori della Cell Factory della Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, struttura autorizzata dall’Aifa alla produzione di prodotti per terapia cellulare dal luglio 2007. Qui le cellule sono state purificate grazie a un sistema basato sul riconoscimento specifico di un anticorpo. Le cellule, concentrate in un piccolo volume, sono state congelate prima di essere utilizzate nello stesso paziente da cui erano state prelevate, con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione cellulare e proteggere i tessuti da ulteriore danno. E’ stata cosi’ realizzata una terapia innovativa a elevato contenuto biotecnologico che, nelle speranze dei ricercatori, potrebbe ridurre il ricorso al trapianto di fegato.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi