Scoperta struttura proteina esse…

Un team di ricercatori sp…

Mutazione genetica determina dol…

Dolore neuropatico, c'è u…

Lesioni nervose: dal guscio dei …

Dal guscio dei crostacei…

AIFA: allarme su effetti delle s…

Occhio, ragazzi, ai risch…

"Fate il vaccino anti-Hpv", l'ap…

[caption id="attachment_1…

Molecola della calvizie: scopert…

Identificata una proteina…

Cancro: un software per aiutare …

[caption id="attachment_…

Meningite B, l'EMA valuta nuovo …

[caption id="attachment_1…

Procreazione assistita: il sì de…

Il Regno Unito potreb…

L'infertilita' in Italia: una co…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nella bile il segreto della longevita’

Nella bile il segreto della longevità. La capacità di mantenersi giovani e di vivere a lungo, potrebbe trovarsi proprio in un acido biliare. Almeno secondo i ricercatori dell’università Concordia di Montreal (Canada), che hanno pubblicato uno studio sulla rivista Aging dimostrando come l’acido litocolico sia in grado di prolungare la vita di un lievito. Un risultato che potrebbe avere interessanti ripercussioni anche sullo studio della longevità umana.

Secondo l’equipe coordinata da Vladimir Titorenko, infatti, il semplice organismo del lievito ha comunque similitudine con quello umano. Questo acido, pur funzionando da elisir di lunga vita, non può essere sintetizzato dal lievito. Gli studiosi ipotizzano che il lievito si sia evoluto in modo da riconoscere gli acidi billiari in quanto molecole mediamente tossiche e che abbia reagito al ‘contatto’ con dei cambiamenti indirizzati a combattere l’invecchiamento. “Non è inconcepibile – dice Titorenko – che il potenziale dell’acido litocolico possa essere applicabile anche all’uomo” .

I ricercatori dell’università canadese hanno esaminato 19.000 molecole con l’obiettivo di verificare la capacità di allungare la vita del lievito.

AdnKronos

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!