Ricreate condizioni perfette per…

[caption id="attachment_1…

Tubo neurale a rischio se si ass…

L’assunzione di farmaci a…

Epatite C: prossima definitiva c…

''Nei prossimi anni conti…

Acari della polvere: un vaccino …

Gli scienziati dell’Unive…

Tumori solidi curabili con farma…

Il sistema immunitario de…

Isolate staminali del rene, nuov…

[caption id="attachment_8…

Il cervello non ha le stesse cap…

Contrariamente a quanto s…

Chemioterapia: cuffia refrigeran…

Una speciale “cuffia re…

Alzheimer: come la proteina beta…

La proteina beta amiloide…

Fibrosi polmonare idiopatica: nu…

L'Ospedale San Camillo Fo…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cardiomiopatia: una variante genetica espone al rischio

Una variante genetica aumenta del 50% il rischio di sviluppare con l’eta’ una cardiomiopatia dilatativa (Dcm), grave problema cardiaco che colpisce 6 soggetti su 100mila. A trovarla e’ stata una ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Plos Genetics. La Dcm e’ stata associata a una serie di mutazioni che colpisce le cellule muscolari, ma in molti casi la causa rimane sconosciuta.

Per identificare i fattori di rischio genetici nei casi dei pazienti che non hanno precedenti in famiglia i ricercatori tedeschi e francesi hanno analizzato il Dna di 5500 pazienti e di soggetti di controllo, scoprendo che una variante di un gene chiamato HSPB7 e’ fortemente associato alla suscettibilita’ alla Dcm. “Al momento non e’ disponibile un test genetico per questa variante – spiegano i ricercatori – ma questa ricerca e’ un primo passo verso misure di prevenzione per questa patologia”.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x