TEVA annuncia la decisione della…

TEVA ANNUNCIA LA DECISION…

Cancro: scoperti i geni nemici d…

[caption id="attachme…

Igiene del cavo orale: gli itali…

Gli italiani trascurano l…

Leucemia Linfatica Cronica: un m…

Il modello è stato testat…

Anemia falciforme: esperimento c…

Washington, 10 dic. - Un …

BPCO: un broncodilatatore di nuo…

Tosse, espettorato e ma…

SFIDA AL DOLORE: L’ASSOCIAZIONE …

Nasce il Numero Verde ded…

Osteoporosi totalmente regredita…

[caption id="attachment_5…

Infarto e terapia con cellule st…

Presto potremmo avere a d…

La Cannabis rallenta la sclerosi…

Ormai da diversi anni ric…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cardiomiopatia: una variante genetica espone al rischio

Una variante genetica aumenta del 50% il rischio di sviluppare con l’eta’ una cardiomiopatia dilatativa (Dcm), grave problema cardiaco che colpisce 6 soggetti su 100mila. A trovarla e’ stata una ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Plos Genetics. La Dcm e’ stata associata a una serie di mutazioni che colpisce le cellule muscolari, ma in molti casi la causa rimane sconosciuta.

Per identificare i fattori di rischio genetici nei casi dei pazienti che non hanno precedenti in famiglia i ricercatori tedeschi e francesi hanno analizzato il Dna di 5500 pazienti e di soggetti di controllo, scoprendo che una variante di un gene chiamato HSPB7 e’ fortemente associato alla suscettibilita’ alla Dcm. “Al momento non e’ disponibile un test genetico per questa variante – spiegano i ricercatori – ma questa ricerca e’ un primo passo verso misure di prevenzione per questa patologia”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x