Botulino: i medici estetici assi…

L'ossessione per l'eterna…

Botox: presto potrebbe essere vi…

Primi test clinici confer…

Glaucoma: nuova tecnica chirurgi…

[caption id="attachment_5…

Wheezing ricorrente e asma nei b…

E’ stata inaugurata, oggi…

Ebola: concreto il legame tra vi…

L'epidemia del virus Ebol…

Anche per naso e orecchio arriva…

Le nuove Soft Surgery 'Ma…

Epatologia: individuata proteina…

[caption id="attachment_6…

Malattie dell’intestino, stop al…

Sono gli interferoni di t…

Cinque volti della nevralgia si …

Bruciante, formicolante, …

Tumore al seno: secondo Veronesi…

''Siamo in una fase inter…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Contro disfunzioni retina arriva un microchip, che converte luce in immagini

Un chip alimentato da un dispositivo esterno posizionato dietro l’orecchio che converte la luce che entra nell’occhio in impulsi elettrici che vengono immessi nel nervo ottico: impiantabile sotto la pelle, il dispositivo che promette di restituire la vista, anche se parzialmente, ai soggetti affetti da disfunzioni della retina e’ stato realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Universita’ di Tuebingen (Germania) guidati da Eberhart Zrenner che hanno lavorato in collaborazione con gli studiosi dell’azienda Retina Implant AG. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the Royal Society B.

In tutto i ricercatori hanno esaminato gli esiti dello studio su 11 soggetti con diverse patologie alla retina: alcuni tra i volontari non notato alcun miglioramento poiche’ la degenerazione della retina era troppo avanzata per beneficiare dell’impianto.

La maggior parte dei soggetti, spiega Zrenner, e’ stata pero’ in grado di individuare oggetti luminosi, e i risultati migliori sono stati ottenuti quando il chip e’ stato posizionato dietro la retina, nella zona centrale della macula.(ASCA)

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x