Amaurosi congenita di Leber: pro…

Un innovativo trattamento…

Medtronic lancia il primo defibr…

CARDIOLOGIA - Per i pazie…

Alternativa alla sperimentazione…

La legislazione europea l…

L'analisi della qualita' del DNA…

Per anni, i parametri sem…

Tumore ovarico: meno decessi con…

Lo svela uno studio itali…

Fumo passivo più pericoloso dell…

L’inquinamento da fumo di…

Il vaccino Rotarix risulta effic…

[caption id="attachme…

Le trasformazioni dei batteri in…

Le colonie di batteri ben…

Cellule staminali su fratture sp…

Sono positivi i risultati…

Linfoma a basso grado di maligni…

"Nuovi farmaci nel tratta…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellule tumorali si bruciano con la tecnica ad impulsi magnetici

Le cellule tumorali possono essere ‘bruciate’ grazie a degli impulsi magnetici. Lo ha dimostrato uno studio presentato al congresso della British Thoracic Society, che finora ha riguardato pero’ solo le cavie animali.
La tecnica allo studio da parte dei ricercatori dell’University College di Londra consiste nel circondare le cellule tumorali con nanoparticelle di ossido di ferro inserite in cellule staminali mesenchimali prelevate dal midollo spinale che si annidano naturalmente nei tumori. Una volta sistemate le nanopartcelle degli impulsi magnetici le fanno vibrare, provocando il riscaldamento dell’ambiente circostante fino a sei gradi centigradi, una temperatura sufficiente a uccidere le cellule.

Questa tecnica e’ stata usata per eliminare un cancro della pelle in alcuni topi, ma si sta lavorando per ampliarne le applicazioni.”‘Ora ci stiamo concentrando su come far arrivare piu’ cellule nel tumore – hanno spiegato i ricercatori – e su come modificare le dimensioni delle nanoparticelle e la frequenza di vibrazione per aumentare la temperatura”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi