MASCHIO O FEMMINA? LO DIRA' TEST…

[caption id="attachme…

AIDS: sarà italiana una cura che…

Studiando scimmie infetta…

Morbo di Parkinson: il semplice …

Un nuovo studio mostra co…

Vescica iperattiva: riguarda 5 m…

In Italia sono oltre cin…

USA: malattia rara e letale dei …

[caption id="attachment_8…

Erbicida atrazina e fertilità: s…

Un nuovo studio internazi…

Studio rivela le origini evoluti…

[caption id="attachme…

Fibrillazione atriale: da ottobr…

[caption id="attachment_8…

Persone con diabete, ecco quali …

AMD ha misurato con un ap…

Virus HIV: la capacità di penetr…

Il virus Hiv riesce a…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Colite ulcerosa: ingerire dei vermi per curarla

Ingerire vermi per curare la colite: l’idea è venuta a un gruppo di studiosi dopo che un uomo di 34 anni statunitense affetto da colite ulcerosa aveva ingerito dei vermi della specie Trichuris trichiura per curare la propria condizione, ottenendo la remissioni dei sintomi per tre anni. Dallo studio, pubblicato oggi su Science Translational Medicine dagli studiosi del NYU Langone Medical Center e della New York University School of Medicine guidati da P’ng Loke, potrebbe nascere una nuova terapia per il trattamento della colite cronica e ulcerosa.

La colite è comune in Nord America e Nord Europa, dove le infezioni da elminti (un tipo di verme parassita) sono rare. Al contrario, la malattia è invece rara in Asia, Africa e America Latina, dove le infezioni da elminti sono endemiche: i ricercatori hanno così ipotizzato che i vermi possono offrire protezione contro questa malattia infiammatoria intestinale.

La colite ulcerosa è caratterizzata da ferite aperte o ulcere della mucosa del colon. Lo studio, condotto su modelli animali, ha dimostrato che i vermi sono in grado di sopprimere l’infiammazione, e le prove cliniche indicano che una terapia a base di elminti può essere utile nel trattamento dei sintomi delle malattie infiammatorie croniche intestinali: “I nostri risultati – spiega Loke – suggeriscono che grazie a questo parassita la produzione di muco nel colon viene ripristinata, fornendo sollievo sintomatico”. (ASCA)

1 comment

  1. Curioso

    E una volta che si è eliminata l’infiammazione come si eliminano gli elminti? Sono contagiosi all’interno del nucleo familiare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: