Dermatiti da contatto o allergic…

Smalti e fiorellini sulle…

Scoprire e trattare l’intolleran…

Milano, 16 dicembre 2013 …

Superbatterio in GB: è allarme c…

Il pericolo corre sul bu…

Il biosimilare ha tutte le crede…

Roma, 22 ottobre 2014. “L…

Durante le prime fasi dello svil…

[caption id="attachment_1…

Un fattore chiave per la maturaz…

[caption id="attachment_8…

Progetto Tevere arruola 16.000 d…

[caption id="attachme…

Mele, FIMP: si al dibattito di a…

I pediatri di famiglia in…

Fumatori: maggiore il rischio di…

I consumatori di tabacco,…

Chirurgia toracica video-assisti…

Presso il Centro Congre…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La vitamina C efficace se si assume dalla frutta

Le vitamine ‘funzionano meglio’ se prese direttamente dai cibi piuttosto che in pillole perche’ lavorano ‘in sinergia’ con gli altri antiossidanti presenti nella frutta o nella verdura. Lo afferma uno studio pubblicato dal Journal of Food Science, che ha analizzato come lavorano i diversi composti insieme e separatamente. ”C’e’ qualcosa in un’arancia che fa si’ che sia piu’ efficace di una pillola di vitamina C – ha spiegato Tory Parker, uno degli autori – e abbiamo cercato di capire cosa fosse.

Abbiamo scoperto che e’ la particolare miscela di antiossidanti, tipica del frutto, a renderlo cosi’ utile per la salute”. I ricercatori hanno esaminato i vari composti fenolici presenti nell’arancia, verificando che i loro effetti sono maggiori se lavorano ‘in sinergia’ piuttosto che presi uno alla volta. Il risultato e’ stato che e’ proprio il mix di sostanze, che la pianta usa per proteggersi dai danni biologici, a renderle cosi’ attive. ”La frutta dovrebbe tornare ad essere il nostro dessert – conclude l’esperta – come succedeva prima che introducessimo i dolci”.

1
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
vito Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
vito
Ospite
vito

D’accordissimo, però mi volete spiegare come fà un soggetto con reflusso gastro esofageo impossibilitato di mangiare gli agrumi se non ricorrendo alla supplementazione farmacologica?. Grazie per un eventuale suggerimento. distinti saluti.

Archivi