Futuri neopadri: rilevati cambia…

Non hanno le nausee mattu…

Il modello 'animale' in laborato…

[caption id="attachment_5…

Lesioni midollo spinale: i globu…

[caption id="attachme…

Melograni: scudo anti-aging del …

Una dose quotidiana di es…

Tumori: nanobombe raggiungono le…

Sono state costruite nano…

Arresto cardiaco: 170 casi al gi…

Istituzioni, associazioni…

Perdita di densità ossea: topi n…

Un gruppo di topi affront…

Il gene che fa 'battere il cuore…

La ricerca apre nuove pro…

Gravidanza: la voce della mamma …

Per i neonati prematuri a…

Tricologi lanciano allarme perdi…

I film ci propongono sem…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Paracetamolo a rischio insorgenza allergie e asma nei bambini

Il paracetamolo, analgesico – antipiretico molto diffuso, potrebbe essere una causa dell’insorgenza di allergie e asma, soprattutto nei bambini, se hanno assunto questo farmaco nei primi 15 mesi di vita. E’ quanto rileva una ricerca dell’Otago University di Wellington, in Nuova Zelanda, condotta su 1500 bambini e pubblicata sulla rivista Clinical and Experimental Allergy.

”La scoperta principale – ha affermato Julian Crane, autore dello studio – e’ che i bambini che hanno utilizzato il paracetamolo prima di aver compiuto 15 mesi, cioe’ il 90% del campione monitorato, hanno il triplo di probabilita’ in piu’, di diventare sensibili agli allergeni e il doppio di probabilita’ in piu’ di sviluppare sintomi come l’asma, a sei anni rispetto ai bambini che non hanno utilizzato il paracetamolo”.

Le cause di questo collegamento con il farmaco, secondo Crane non sono ancora chiare e serviranno altre ricerche per fare luce su questo aspetto, un dato pero’ e’ certo: ci sono evidenze che mostrano la correlazione. Inoltre, secondo il ricercatore, il paracetamolo, presente in molti farmaci per la cura del raffreddore e della tosse, ”e’ stato dato molto liberamente ai bambini piccoli”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi