Staminali mesenchimali per la te…

Utilizzare cellule stamin…

H1N1: la ricerca verso nuove dir…

Secondo due nuovi stu…

Diabete: ferite curate e frequen…

Le ferite croniche, c…

Un plauso all’AIFA per l’impegno…

Roma, 21 dicembre 2015 - …

Gli ACE inibitori riescono a ral…

[caption id="attachment_3…

Il ritorno a scuola dopo le vaca…

I pidocchi si contraggono…

Il valore soggettivo per i neuro…

Quando si osserva un'azio…

Identificata tripla elica DNA in…

Alcuni scienziati in Spag…

Da scarti di pomodori e spremitu…

Nei rifiuti non sono cont…

Tumori e colesterolo non si diss…

Ridurre il livello di col…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete di tipo 1 associato a infezioni da enterovirus

C’e’ una forte associazione tra il diabete di tipo 1 e l’infezione da enterovirus.



Lo ha dimostrato uno studio pubblicato dal British Medical Journal, secondo cui nei bambini che soffrono della patologia la probabilita’ di avere anche l’infezione e’ 10 volte piu’ alta. Fra le cause gia’ individuate per il diabete c’e’ sicuramente una mutazione del Dna, che pero’ non e’ sufficiente a spiegare l’aumento esponenziale della malattia negli ultimi anni, che farebbe pensare a qualche fattore ambientale.

I ricercatori australiani della South Wales University hanno riesaminato 26 studi sull’argomento, per un totale di quasi 4.500 pazienti, concludendo che “l’associazione tra l’infezione da enterovirus e il diabete e’ forte, con una probabilita’ 10 volte maggiore di diagnosi di infezione nei bambini affetti dalla malattia metabolica”. Anche se l’associazione e’ forte, spiegano comunque gli esperti, e’ ancora presto per dire che e’ il virus che causa il diabete, perche’ potrebbe essere invece l’opposto, cioe’ che la malattia renda piu’ suscettibili al virus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: