Mylan lancia il suo primo generi…

Milano, 08 Giugno 2012 …

Rischio suicidio: basterà un tes…

Il rischio di suicidio …

La melatonina potrebbe abbassare…

La melatonina potrebbe ab…

Ovociti umani anche in età adult…

Dimostrata sperimentalmen…

La soglia del dolore scandita da…

[caption id="attachment_…

L'osservatorio Federsalus lancia…

Per gli abitanti del Bel …

Sclerosi laterale Amiotrofica: v…

[caption id="attachment_3…

Glioblastoma: le cellule stamina…

Nel tumore cerebrale …

La mappa genetica dei batteri ch…

[caption id="attachment_5…

Le spugne marine potrebbero 'can…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malattie uomo-donna: differenze tra i sessi.

ROMA – L’ansia e la depressione sono donna, cosi’ come il rischio di malattie cardiovascolari e l’Alzheimer, mentre Parkinson e autismo si declinano al maschile. Sono alcune delle differenze che raccontano le particolarita’ dei suoi sessi nella loro risposta a malattia e farmaci, secondo le mappe stilate dalla medicina di genere, branca recente delle scienze biomediche.

Diversita’ che solo negli ultimi anni hanno iniziato a essere prese in considerazione, mettendo fine a discriminazioni che hanno nuociuto a entrambi i sessi. Basti pensare, come spiega Flavia Franconi, presidente del Gruppo Italiano Salute e Genere, che ”l’osteoporosi e’ stata studiatissima nelle donne, ma non si sa quasi nulla delle sue cause negli uomini. O la depressione, piu’ diffusa tra le donne, anche se tra i pazienti maschi si hanno piu’ suicidi”. Ecco un ‘atlante’ delle principali differenze a livello medico tra i due sessi.

– PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI: hanno sempre spaventato piu’ gli uomini, ma e’ un errore, giacche’ il 38% delle donne colpite da infarto muore nel giro di un anno, contro il 25% degli uomini. Nel mondo il 55% delle donne muore per infarto, ictus, embolia o trombosi, contro il 48% degli uomini.

– CANCRO AI POLMONI: dagli anni ’70, anche a causa del fumo, il rischio di tumore e’ diventato dal 20% al 70% maggiore nelle donne, a parita’ di sigarette.

– ASMA: prima della puberta’ gli uomini sono colpiti due volte piu’ delle donne, mentre dopo lo sviluppo sessuale e’ piu’ frequente nelle femmine.

– BRONCO-PNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO): colpisce piu’ gli uomini ma e’ piu’ letale nelle donne. Nei prossimi dieci anni avverra’ il sorpasso del sesso femminile anche nel numero di casi, a causa del fumo.

– PARKINSON: e’ da 1,4 a 2 volte piu’ frequente negli uomini che nelle donne. Uno studio condotto nel 2003 mostra un tasso globale per i maschi del 91% superiore a quello femminile: 19 casi ogni 100.000 uomini, contro 9,9 casi ogni 100.000 donne.

– ALZHEIMER: secondo la Boston University School of Medicine, 1 donna su 6 e’ a rischio di sviluppare l’Alzheimer, rispetto a 1 uomo su 10. Anche i sintomi sono diversi: nel gentil sesso i deficit sono piu’ gravi nel linguaggio mentre gli uomini hanno piu’ problemi di tipo comportamentale.

– APPARATO DIGERENTE: se l’ulcera gastrica colpisce piu’ le donne, e quella duodenale gli uomini, il tumore al fegato progredisce piu’ lentamente invece nel sesso femminile. I calcoli della colecisti invece sono tre volte piu’ frequenti nelle donne, e il rischio di svilupparli e’ collegato al numero di gravidanze.

– PATOLOGIE PSICHIATRICHE: la depressione e’ tipicamente femminile, visto che colpisce le donne due volte piu’ degli uomini, cosi’ come i disturbi d’ansia (fobie o disturbi ossessivo-compulsivi, sindrome post-traumatica da stress). Gli attacchi di panico invece colpiscono in egual misura.

– DOLORE: patologie dolorose come emicrania, artrite reumatoide e fibromialgia sono molto piu’ frequenti nella donna, al contrario di altre sindromi (come la cefalea a grappolo) piu’ diffuse nel sesso maschile.
(ANSA)

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!