Quattromila composti chimici nel…

Il database è accessibile…

Alzheimer: fibrille proteine tau…

Le malattie del cervello …

Una Farmacopea con meno burocraz…

L’Istituto Superiore di…

Memoria e capacità cognitive: il…

Secondo un nuovo studio i…

Tumori al rene: promettente la r…

Uno studio verifica la si…

Dolore: i medici potranno sentir…

L'arma segreta dei grandi…

ADUC: USA stanzia 4,5 mld per un…

NeoStem, con base nel New…

Colite ulcerosa: ingerire dei ve…

[caption id="attachment_1…

Biotecnologie dedicate al "sorri…

Secondo un vecchio detto,…

Leucemia linfoblastica acuta phi…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Papilloma virus oltre il 50 percento degli uomini portatori del virus

I ricercatori hanno esaminato un gruppo di 1179 uomini tra i 18 e i 70 anni scelti in tre paesi, Usa, Messico e Brasile.

I pazienti sono stati seguiti per circa due anni, verificando la presenza di infezione da Hpv. Secondo i calcoli dello studio l’incidenza dell’infezione da uno qualsiasi dei ceppi di Hpv su una popolazione generale puo’ raggiungere il 50%, mentre ogni anno il 6% dei maschi contrae una infezione da Hpv di tipo 16, quello considerato piu’ pericoloso perche’ oncogenico.
La probabilita’ di contrarre l’infezione da quest’ultimo ceppo e’ piu’ alta di 2,4 volte in chi ha nel corso della vita piu’ di 50 partner sessuali, e di 2,6 volte negli uomini che hanno rapporti omosessuali con almeno tre partner. Mentre per le donne i benefici del vaccino contro l’Hpv sono ormai ben conosciuti, per gli uomini il dibattito sull’opportunita’ di fare campagne e’ ancora molto acceso: “Anche se continueremo a incoraggiare misure protettive come il condom – scrive la rivista in un editoriale di accompagnamento – la vaccinazione per l’uomo proteggerebbe non solo il soggetto che la pratica, ma avrebbe anche conseguenze sui partner sessuali”. (ANSA).

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!