Una nuova tecnica di sonda fluor…

[caption id="attachme…

Retinite Pigmentosa: nuove possi…

Losanna, Svizzera – 30 ge…

Arance contro infezioni da stafi…

Le molecole di olio essen…

Occhiali anti jet-lag: dispositi…

La nuova arma contro il j…

Sindrome del cromosoma X fragile…

Ricercatori dell'Univ…

SItI e Sanofi Pasteur MSD: partn…

Due giorni di formazion…

Cervello: mappato il processo di…

Boston, 6 lug. - L'e…

Psoriasi: tra i fattori di risch…

I ricercatori del Brigham…

Alzheimer: da recenti ricerche, …

Uno studio dell'universit…

Tumore del polmone: la fisica de…

I software creati per iso…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Pillola anticoncezionale di terza generazione: a rischio coaguli

La pillola anticoncezionale di terza generazione aumenta il rischio di coaguli di sangue fino a tre volte rispetto a quella tradizionale.

Lo hanno scoperto due studi, uno britannico e uno statunitense, pubblicati dal British Medical Journal. Entrambe le ricerche hanno confrontato il contraccettivo a base di drospirenone, piu’ moderno, con il tradizionale levonorgestrel. Lo studio americano, dell’universita’ di Boston, ha trovato la formazione dei coaguli su 30,8 donne ogni 100 mila nel caso della pillola piu’ recente, e di 12,5 su 100 mila per quella tradizionale.

I ricercatori inglesi invece hanno trovato numeri diversi, con un valore di 23 su 100 mila per la prima e 9,1 su 100mila per la seconda. “Questi risultati confermano quelli di altri studi recenti – scrivono gli autori – e in assenza di altre indicazioni implicano che la pillola tradizionale e’ piu’ sicura, e dovrebbe essere la prima scelta da parte del medico”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x