Tecnica a base di iniezioni di s…

Un'iniezione di staminal…

Alzheimer: diagnosi oggettive si…

Un team di ricercatori gu…

ELANA riporta il sangue al cerve…

  [caption id="attachm…

Fumo: il sistema/vaccino che non…

I ricercatori hanno inser…

Studio: per la prima volta otten…

[caption id="attachment_8…

Se il legno può sostituire le os…

La questione se le ossa d…

Stress ossidativo tra le cause d…

[caption id="attachme…

Ottimi i risultati del Cetuximab…

[caption id="attachme…

Cefalea post-coitale: un uomo su…

È noto come mal di testa …

L’FDA approva un nuovo farmaco b…

La Food and Drug Administ…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Pillola anticoncezionale di terza generazione: a rischio coaguli

La pillola anticoncezionale di terza generazione aumenta il rischio di coaguli di sangue fino a tre volte rispetto a quella tradizionale.

Lo hanno scoperto due studi, uno britannico e uno statunitense, pubblicati dal British Medical Journal. Entrambe le ricerche hanno confrontato il contraccettivo a base di drospirenone, piu’ moderno, con il tradizionale levonorgestrel. Lo studio americano, dell’universita’ di Boston, ha trovato la formazione dei coaguli su 30,8 donne ogni 100 mila nel caso della pillola piu’ recente, e di 12,5 su 100 mila per quella tradizionale.

I ricercatori inglesi invece hanno trovato numeri diversi, con un valore di 23 su 100 mila per la prima e 9,1 su 100mila per la seconda. “Questi risultati confermano quelli di altri studi recenti – scrivono gli autori – e in assenza di altre indicazioni implicano che la pillola tradizionale e’ piu’ sicura, e dovrebbe essere la prima scelta da parte del medico”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!