Ernie inguinali: gli impianti bi…

[caption id="attachment_6…

Test del sangue per individuare …

Un nuovo test è in grado …

Fibrillazione atriale e ictus: i…

In un Convegno tenutosi o…

Studio mette in rilievo affinità…

Chi si somiglia si piglia…

Cannabis: non considerarla "drog…

Secondo uno studio de…

Lesioni nervose: dal guscio dei …

Dal guscio dei crostacei…

Tumori della testa e collo: sint…

[caption id="attachment_7…

Noci, per vivere a lungo e prote…

Mangiare una porzione…

Osteoporosi: in Veneto ogni anno…

A soffrire di osteoporosi…

Tumori: Trastuzumab conferma eff…

In 2000 donne lombar…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ricreare le malattie in provetta

Un uso creativo di cellule staminali ricavate da tessuti adulti promette di accelerare lo sviluppo di farmaci per patologie debilitanti. di Stephen S. Hall.


Ancora in attesa. Le cellule staminali embrionali sono potenzialmente utili per trattamenti contro malattie incurabili, ma finora non si sono avuti significativi progressi nel ricavarne applicazioni terapeutiche.
Una nuova idea. Anziché concentrarsi sulle cure, alcuni ricercatori ritengono che le cellule staminali siano più utili – almeno per ora – nello screening di farmaci e per studiare in che modo malattie diverse danneggiano l’organismo.

Un approccio creativo. Fino a poco tempo fa le cellule staminali necessarie per indagare questa ipotesi provenivano da embrioni. Ma nel 2007 gli scienziati sono riusciti a riprogrammare cellule umane adulte ritrasformandole in cellule staminali.
Cellule staminali su misura. I ricercatori stanno usando queste cellule riprogrammate in modo da ricreare varie malattie su una piastra di coltura. Quindi possono testare farmaci potenziali su questi campioni di tessuto rimodellati.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi