Pediatria: boom di malattie inte…

Boom di ‘Mici’ tra i bamb…

Paradontiti curate con cellule s…

Denti a rischio caduta pe…

Secondo gli psicologi depression…

"Nel nostro Paese si sta …

Carne rossa: fa bene al cuore so…

Contro il colesterolo cat…

Batteri intestinali possono rive…

I batteri intestinali po…

Antidepressivi: esasperano infia…

Le donne in post-men…

Cellule nervose ottenute da cell…

Un gruppo di scienziati …

L'impegno del cervello per senti…

Sono stati identificati i…

Alle carenze di farmaci può supp…

I fenomeni di scarsità di…

Cadmio presente in fertilizzanti…

Il cadmio, metallo tossic…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: nuova terapia anti-neuroblastoma in eta’ pediatrica

Il trucco e’ unire la radioterapia alla chemioterapia sin dall’inizio del trattamento: lo iodio-radiattivo, traghettato nelle cellule malate da una molecola vettore, le uccide scovandole anche se ci sono gia’ metastasi.

I ricercatori dell’Universita’ Cattolica-Policlinico A.Gemelli di Roma hanno messo a punto una nuova strategia terapeutica contro il neuroblastoma, uno tra i tumori pediatrici piu’ aggressivi.
La terapia innovativa consiste nell’associare, sin dall’inizio del trattamento del tumore, la radioterapia alla chemioterapia classica gia’ in uso contro il neuroblastoma, utilizzando il composto 131-I-metaiodobenzilguanidina. La terapia e’ stata testata con successo in uno studio pilota i cui risultati sono stati pubblicati online su Pediatric Blood and Cancer, rivista scientifica organo ufficiale della Siop (Societa’ internazionale Oncologia pediatrica). La ricerca e’ stata condotta da Stefano Mastrangelo, ricercatore dell’Unita’ operativa di Oncologia pediatrica del Gemelli diretta da Riccardo Riccardi, in collaborazione con l’Istituto di medicina nucleare della Cattolica di Roma.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi