Vendita di farmaci etici on line…

Il Senatore del PDL Andre…

La missione benessere sara' mant…

[caption id="attachme…

Antibiotici prima dei 6 mesi di …

Trattare i bambini molto …

Febbre tifoidea: ottimi risultat…

Sono positivi i risultati…

Malattie genetiche mitocondriali…

È nel DNA mitocondriale c…

Cereali a colazione: per tenere …

Fare colazione è importan…

Tumori: nuova arma per contrasta…

Dalla terapia genica una …

Nei laboratori del Cardarelli pr…

[caption id="attachment_8…

Amniocentesi: ricorrere agli ant…

Antibiotici 'salva bebè' …

(ANSA) SLA: arriva diagnosi prec…

E' stata dimostrata per l…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una molecola comanda intervento staminali per iniziare la cicatrizzazione delle ferite

Una molecola ‘richiama’ le cellule staminali dal midollo osseo alle ferite per iniziare il processo di cicatrizzazione. Lo ha scoperto uno studio pubblicato dalla rivista Pnas, che potrebbe essere utilizzato per sviluppare nuove terapie per ustioni e ferite profonde.


I ricercatori americani e giapponesi hanno inserito nel midollo osseo di alcune cavie un ‘tracciante’ verde per poter monitorare il cammino delle staminali nel corpo. Alle cavie sono state poi provocate delle ferite, e solo ad alcune di queste sono state applicati degli innesti di pelle. Nei topi senza le ‘toppe’ e’ stato notato uno scarso movimento delle staminali verso la ferita, al contrario delle altre dove invece le cellule ‘guaritrici’ sono accorse.

“Negli innesti non ci sono vasi sanguigni, ma l’ambiente e’ ricco di una molecola chiamata HMGB1, che e’ quella che determina l’arrivo delle staminali”, ha spiegato John McGrath del King’s College di Londra. “Questo risultato – ha continuato – puo’ avere grandi applicazioni nel trattamento delle ferite, perche’ la sostanza e’ come un megafono che richiama le staminali”.
Alcuni ricercatori dell’Universita’ di Osaka, spiega l’articolo, hanno sviluppato un farmaco che imita l’effetto del HMGB1, la cui sperimentazione sugli animali comincera’ entro pochi mesi .

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x