Terapia genica per contrastare l…

[caption id="attachme…

Nuovo studio clinico su dabigatr…

·         Sono oltre  2…

Tumori: aumentano quelli legati …

Il numero di donne che sv…

Coronaropatia: piccoli bypass ri…

Una nuova ricerca interna…

DARUNAVIR 800mg: la Commissione …

Cork, Irlanda, 16 gennaio…

Scarsi livelli di vitamina B1 e …

Gli scienziati avvertono …

Silicon Biosystem annuncia un ac…

Silicon Biosystems, Inc. …

Sovrappeso in gravidanza potrebb…

La probabilità di avere p…

Dermatologia: è allarme meteo, g…

Allarme dermatologi: gli …

Esercizi aerobici negli anziani …

L'esercizio aerobico aume…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sclerosi Multipla: l’EMA pronuncia il suo primo parere favorevole per farmaco che migliora deambulazione

Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano dell’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) ha dato un primo parere positivo alla fampridina a rilascio prolungato, il primo farmaco sintomatico che migliora la velocita’ nella deambulazione nei pazienti con sclerosi multipla.

”Il Comitato ha dato un parere condizionato a questo farmaco – afferma Luca Massacesi, direttore della II clinica di Neurologia dell’ospedale universitario di Careggi e membro del comitato di valutazione dell’Ema – questo significa che entro un anno l’azienda produttrice dovra’ fornire ulteriori studi clinici che avvalorino il beneficio medio complessivo. Per ora l’agenzia europea ha fatto un atto di fiducia, perche’ effettivamente il farmaco risponde ad un bisogno clinico al quale nessun prodotto finora aveva mai risposto, anche se per il tempo in cui la fampridina resta in circolo nel sangue”.


I pazienti trattati con fampridina che hanno mostrato un miglioramento costante nei due studi di fase III, fa sapere l’azienda Biogen, hanno riscontrato un aumento medio della velocita’ di deambulazione del 25,2% e del 24,7% rispetto al 4,7% e al 7,7% rispettivamente, per il gruppo che ha ricevuto il placebo.(ANSA).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi