Tumori: microtrasportatori arriv…

Grazie ai 'microtrasporta…

Olio di pesce contro il cancro a…

L'olio di pesce potrebbe …

Antibiotici che mettono a rischi…

Alcuni tipi di antibiotic…

Linee guida per la ricerca farma…

[caption id="attachment_8…

Emofilia: insieme facciamo la re…

Questo lo slogan italiano…

Sindromi di Down ed Edwards: cre…

Creato un test genetico n…

All’Aquila riapre la prima farma…

L’impegno della Federazio…

Dieta mediterranea: nella lunghe…

Per chi la segue maggiore…

Zucchero 'cattivo' avvelena il c…

Una sostanza che deriva d…

Diabete: sara' 'degludec' nel 2…

Le giornaliere iniezioni …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: prospettive terapeutiche da due farmaci in studio per il morbo della mucca pazza

Due farmaci in studio per il morbo della mucca pazza potrebbero invece essere usati per curare l’Alzheimer.

Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Nature Communications. I due anticorpi studiati dai ricercatori della Universty College di Londra si chiamano ICSM-18 e ICSM-35, e sono stati studiati per la loro abilita’ di bloccare le placche beta amiloidi, responsabili degli effetti della malattia sul cervello.

I primi test su pazienti affetti dal morbo di Creutzfeld Jakob sono previsti nel 2012, ma a questi potrebbero affiancarsi anche quelli sull’Alzheimer. “In laboratorio abbiamo scoperto che sulle cavie questi anticorpi funzionano anche per le piu’ comuni forme di demenza, come l’Alzheimer – ha spiegato John Collinge, uno degli autori – se i trial per il morbo della mucca pazza dimostreranno che sono sicuri per la salute potremmo estenderli anche a queste malattie”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x