Rna - il vero regolatore di gen…

GIUSEPPE BIAMONTI - CNR P…

Forme di cancro particolarmente …

La teoria dell'evoluzion…

Elasticità muscolare: scoperta l…

Un team di ricercatori d…

Farmaco anticolesterolo riduce e…

Il farmaco anti-colester…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

Cellule della pelle in neuroni: …

La trasformazione dei f…

La memoria delle cellule del sis…

Anche le cellule del sist…

Prima tiroide in provetta da cel…

Funziona regolarmente ed …

Mylan supporta il progetto dell'…

Milano, 18 Dicembre 2012 …

Ginocchio, non protesi ma una mo…

Importante ricerca italia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Come il fumo inibisce i recettori dell’appetito.

Il fumo di sigaretta inibisce il senso di fame legandosi a dei recettori per la nicotina localizzati nei neuroni dell’ipotalamo. Ne da’ notizia Science, pubblicando i risultati degli studi condotti dai ricercatori del Baylor College of Medicine di Houston (Stati Uniti), coordinati da Marina Picciotto della School of Medicine dell’Universita’ di Yale di New Haven (Stati Uniti).


L’ipotalamo normalmente rielabora i segnali inviati dallo stomaco per sapere se l’organismo ha bisogno di altro cibo: gli autori dello studio hanno pero’ dimostrato che se i recettori alpha3beta4 vengono legati dalla nicotina, l’appetito viene soppresso. Per questo motivo chi smette di fumare tenderebbe a mangiare di piu’: ”Per molti la prospettiva di ingrassare e’ un deterrente a smettere di fumare, ma i farmaci che stimolano il recettore alpha3beta4 potrebbero limitare l’aumento di peso”, spiega Mariella De Biasi, coautrice dello studio.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x