L'olfatto risulta compromesso da…

[caption id="attachment_8…

Sette anni di lavoro per il prim…

[caption id="attachment_1…

Test delle ghiandole salivari pe…

Le proteine anomale assoc…

Pronti, via! Ricominciano le scu…

Scuola, sport e infezioni…

Contraccezione d'emergenza, dall…

“I ginecologi facciano …

Il sole e la sua azione protetti…

Gli scienziati trovano ch…

I social network migliorano la s…

Avere interazioni regolar…

Tumori del sangue: arriva in Ita…

La riscoperta di un farma…

HIV: tre nuovi anticorpi combatt…

[caption id="attachment_8…

JDRF e Medtronic insieme per la …

Collaborazione tra i lead…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Epatite C: tre caffè al giorno a sostegno delle terapie secondo le pagine di un rinomato giornale scientifico

L’efficacia della terapia contro l’epatite C in pazienti con malattie croniche al fegato puo’ essere aumentata bevendo almeno tre tazzine di caffe’ al giorno durante la cura.

Lo annunciano dalle pagine di Gastroenterology Neal Freedman e i suoi colleghi del Department of Health and Human Services di Rockville (Stati Uniti). Analizzando la presenza di Rna virale nel siero dei pazienti – bevitori e non bevitori di caffe’ – a diverse settimane di trattamento con peginterferone e ribavirina, i ricercatori hanno dimostrato che gia’ dopo 12 settimane di terapia l’Rna virale e’ risultato assente dal siero del 73% dei pazienti consumatori di caffe’, contro il 46% dei non consumatori.


Ventiquattro settimane dopo la fine della terapia l’Rna virale e’ risultato assente nel 26% dei bevitori di caffe’, contro l’11% dei non bevitori. Saranno necessari nuovi studi per capire se il caffe’ puo’ aiutare anche pazienti trattati con altre terapie o che non rispondono alle cure.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x