Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

Epatite C: l'allarme dei microbi…

E' necessaria una campa…

Merck Serono ottiene la certific…

Il CRF Institute ha …

Aprile mese della salute delle o…

Porte aperte in oltre 100…

Smettere di fumare ricorrendo al…

Dire addio alle sigarette…

Organi in provetta partendo da s…

Ricostruire organi interi…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Le salamandre ci suggeriranno un…

Specie che vive nei f…

Allergie: nuovo vaccino per le a…

[caption id="attachment_1…

Sedano e prezzemolo possono arre…

Una sostanza contenuta ne…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Epatite C: tre caffè al giorno a sostegno delle terapie secondo le pagine di un rinomato giornale scientifico

L’efficacia della terapia contro l’epatite C in pazienti con malattie croniche al fegato puo’ essere aumentata bevendo almeno tre tazzine di caffe’ al giorno durante la cura.

Lo annunciano dalle pagine di Gastroenterology Neal Freedman e i suoi colleghi del Department of Health and Human Services di Rockville (Stati Uniti). Analizzando la presenza di Rna virale nel siero dei pazienti – bevitori e non bevitori di caffe’ – a diverse settimane di trattamento con peginterferone e ribavirina, i ricercatori hanno dimostrato che gia’ dopo 12 settimane di terapia l’Rna virale e’ risultato assente dal siero del 73% dei pazienti consumatori di caffe’, contro il 46% dei non consumatori.

Ventiquattro settimane dopo la fine della terapia l’Rna virale e’ risultato assente nel 26% dei bevitori di caffe’, contro l’11% dei non bevitori. Saranno necessari nuovi studi per capire se il caffe’ puo’ aiutare anche pazienti trattati con altre terapie o che non rispondono alle cure.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!