Oncoproteine tracciabili da una …

[caption id="attachment_3…

Terapie oncologiche a misura di …

Un malato di cancro su 3 …

HIV: nuovo caso di guarigione co…

Sottoposta a cocktail di …

Nuova frontiera chirurgia: valvo…

[caption id="attachment_9…

Telethon: Scoperto il gene per u…

Nuova luce sulle basi gen…

Pediatria: boom di malattie inte…

Boom di ‘Mici’ tra i bamb…

Artrite Giovanile: novità

Convinzione comune e' che…

Vietato abbassare la guardia con…

Vietato abbassare la guar…

Anomalie cardiache del feto diag…

[caption id="attachment_1…

Tumori dell'utero, si inizia dal…

Più sensibile del Pap-tes…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malattie cardiovascolari: proteina prodotta da polmone considerata marker della mortalità

Una proteina prodotta dal polmone, chiamata SP-D (surfactant protein-D), puo’ essere considerata un nuovo marcatore della mortalita’ associata a malattie cardiovascolari.


Ne ha dato notizia l’European Heart Journal in uno studio in cui i ricercatori coordinati da Don Sin dell’University of British Columbia (Vancouver, Canada) hanno rilevato che nei pazienti affetti da patologie all’apparato cardiocircolatorio in cui sono riscontrabili i livelli ematici piu’ elevati di SP-D la mortalita’ raggiunge il 45%. Cio’ corrisponde a un esito fatale della malattia 4,4 volte maggiore rispetto ai casi in cui SP-D e’ presente nel sangue a concentrazioni piu’ basse. Sin ha precisato: ”Non sappiamo ancora se SP-D sia coinvolto nella genesi delle patologie cardiovascolari o se indichi un fenomeno collaterale di infiammazione polmonare”.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi