Dolore cronico: al via a Vicenza…

Formare sulla corretta di…

Cancro all'esofago: messi in dub…

[caption id="attachment_5…

Gardasil®: il Comitato Europeo p…

I dati di immunogenicità …

Nobel 2014 per la chimica a chi …

(ANSA)Il Nobel per la Chi…

Sistema immunitario e nanopartic…

La nanotecnologia è un'in…

Al congresso ISTH di Toronto, pr…

• Presentati, per la prim…

Nuova tecnica sequenziamento DNA…

Una nuova tecnica messa a…

Infarto: alto consumo di antidol…

L'uso prolungato di cer…

Emicrania: isolato il primo fatt…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Teva: 6 siti produttivi e programmi di ricerca clinica in Italia


“The Italian-Israeli Business Forum-Partners in Innovation”

L’azienda israeliana, leader mondiale nel settore dei farmaci equivalenti, biotecnologici biosimilari e di molecole innovative in ambito neurologico, è l’unica farmaceutica con ben 6 siti produttivi in Italia. Per la ricerca lavora con 60 centri italiani. Con la collaborazione del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale dell’Università Vita-Salute San Raffaele, Milano, è stato realizzato lo sviluppo clinico di una nuova molecola contro la sclerosi multipla. Gli esperti ne parlano al “The Italian-Israeli Business Forum -Partners in Innovation” in corso a palazzo Mezzanotte a Milano, organizzato da Promos-Camera di Commercio di Milano.

 

Milano, 14 giugno 2011 – “Teva in ambito scientifico ha una forte partnership con il nostro Paese, come dimostra il grande impegno in termini di ricerca e produzione – a ricordarlo è Giorgio Foresti, Amministratore Delegato di Teva Italia, azienda farmaceutica israeliana leader mondiale nella produzione di farmaci equivalenti, biosimilari e attiva nella ricerca e sviluppo di farmaci innovativi, durante l’incontro “The Italian-Israeli Business Forum -Partners in Innovation” in corso a palazzo Mezzanotte a Milano, organizzato da Promos-Camera di Commercio di Milano -. Basti pensare – continua Foresti – che la terapia della sclerosi multipla più utilizzata al mondo, glatiramer acetato, è stata studiata grazie ai trial internazionali per i quali il professor Giancarlo Comi, Direttore del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano è stato principal investigator. Insieme al professor Comi e al suo gruppo, Teva sta inoltre sviluppando una nuova terapia orale per questa malattia invalidante: i risultati dello studio in fase III sono stati presentati al recente American Academy of Neurology e mostrano una riduzione della progressione della malattia.”

 

“Il nostro centro – spiega il professor Comi – si è occupato di coordinare i lavori dello studio ALLEGRO, condotto in 139 centri sparsi in 24 Paesi, molti dei quali in Italia, e ha curato tutta l’analisi dei dati di risonanza magnetica, presso l’Istituto di Neurologia Sperimentale dell’Università Vita-Salute San Raffaele, sotto la direzione del professor Massimo Filippi. Questo impegno dimostra la forte sinergia esistente da oltre 10 anni tra un’azienda farmaceutica, leader mondiale nello sviluppo di nuovi farmaci, come Teva, e l’Istituto San Raffaele, che è il primo Istituto scientifico per la ricerca biomedica del Paese, confermando la capacità della ricerca italiana di imporsi a livello internazionale, attirando investimenti da parte di aziende farmaceutiche mondiali. Un bel riconoscimento che dovrebbe fungere da incentivo per ulteriori progetti.”

 

Grazie all’aiuto di oltre 60 prestigiosi centri di ricerca italiani, oltre che per la cura della sclerosi multipla, Teva è attiva nella ricerca di molecole per il trattamento della malattia di Parkinson, in ambito oncologico, della salute della donna e per patologie neurologiche peculiari quali l’atrofia multisistemica, la sclerosi laterale amiotrofica e la malattia di Alzheimer. L’azienda israeliana investe in ricerca il 7% del fatturato mondiale, che nel 2010 è stato di 16 miliardi di dollari.

 

Teva è attiva in Italia anche con la produzione di farmaci generici. L’azienda, fin dagli anni ‘90 ha puntato sul nostro Paese riconoscendo il grande know how sviluppato in Italia nel settore a partire dagli anni ’70.

“Teva è il massimo produttore mondiale di principi attivi farmaceutici e fornisce diverse aziende farmaceutiche multinazionali. – spiega Stefano Lombardi, Direttore Generale di Teva API Italia – È presente in Italia con 6 siti produttivi, dislocati nel Nord Italia, dove vengono prodotti circa 80 principi attivi, con un totale di 600 dipendenti, di cui il 10% ricercatori. Nessuna azienda del settore farmaceutico è presente in Italia con un numero così alto di stabilimenti di produzione. La qualità dei nostri prodotti e servizi ha sempre rappresentato un aspetto per noi fondamentale ed irrinunciabile, unita alla sicurezza per i dipendenti e l’ambiente. I nostri stabilimenti dispongono di apparecchiature e tecnologie avanzate: ad esempio i Gloves Box per il contenimento delle sostanze ad alta attività farmacologica, una sorta di ‘incubatrice’ che, isolando perfettamente il farmaco trattato dall’ambiente esterno, protegge il personale da eventuali contatti e garantisce la massima purezza del prodotto. Inoltre, circa il 50% della Ricerca e Sviluppo dei siti è dedicata alla riduzione dei costi attraverso processi di efficienza e automazione.”

 

TEVA

Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (Nasdaq: TEVA) è una delle prime 15 aziende farmaceutiche mondiali. È impegnata nell’accrescere l’accesso ad un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici a prezzi accessibili, ma anche cure innovative e principi attivi.

Con sede in Israele, Teva è il più grande produttore di farmaci generici al mondo, con un portfolio di prodotti globale di oltre 1.450 molecole e una presenza diretta in circa 60 paesi.

Per quanto riguarda i farmaci innovativi, Teva concentra la sua attività nell’area delle malattie neurologiche, di quelle respiratorie e della salute della donna, oltre che nel settore dei farmaci biotecnologici e biosimilari.

Il prodotto innovativo di punta di Teva è Copaxone®, il farmaco più prescritto nel trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente. Teva impiega circa 40.000 persone in tutto il mondo e ha registrato un fatturato a livello mondiale di 16,1 miliardi di dollari in vendite nette nel 2010.

 

 

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!