Allarme depressione: riguarda un…

[caption id="attachment_9…

Disfunzione erettile e incontine…

I disturbi del sonno asso…

Alzheimer: quanto lo smog incide…

Con l'aria inquinata si r…

Epatite A: vaccino su infanti co…

La vaccinazione contro il…

AIDS: due pazienti liberi da HIV…

Due uomini sieropositivi …

Tumori: nuova tecnica per indivi…

Un gruppo di scienziati …

L'ormone di salute e sazietà nel…

Ricercatori in Svezia han…

Infiammazioni intestinali: più f…

Non ricevere un tipo di a…

Vitamina C: due kiwi al giorno p…

Grazie ad effetti ben…

Depressione: identificato nuovo …

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperti meccanismi in grado di riattivare la memoria nel cervello

Scoperti i meccanismi che permettono al cervello di riattivare la memoria.

In uno studio pubblicato da Nature Neuroscience un gruppo internazionale di ricercatori ha dimostrato che nel moscerino della frutta le cellule MB-V2 ricevono le informazioni dalla porzione del cervello che associa un valore positivo o negativo a uno stimolo, per esempio un odore, e le trasmettono alla porzione del midollo spinale che processa l’informazione dando luogo a comportamenti innati, come la repulsione nei confronti di un odore. Secondo Hiromu Tanimoto, uno degli autori principali della ricerca, ”l’identificazione di queste cellule e del loro ruolo nel richiamare le memorie e’ una pietra miliare nella comprensione di come la memoria guida i comportamenti animali”. Per approfondimenti

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x