Chetamina contro la depressione

La chetamina potrebbe aiu…

I dati dello studio CLL10 presen…

New Orleans, USA, 10 dice…

Malattie infiammatorie croniche:…

A Bergamo esperti a confr…

Cromosoma Y: l'inaspettato fonda…

Il cromosoma che conferis…

Terapie anti-cancro: personalizz…

Secondo l'Organizzazi…

Biotech: da uno studio di IIT na…

Genova, 5 giugno 2013 – D…

Globuli rossi: esperto USA dimos…

Cosa può dire un globulo …

Celeste conclude il ciclo di ter…

Nel giorno in cui la picc…

Senza farmacista, il medicinale …

Roma, 24 novembre 2011 …

La seconda vita di Sildenafil: m…

Dopo il lancio di Sildena…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperti meccanismi in grado di riattivare la memoria nel cervello

Scoperti i meccanismi che permettono al cervello di riattivare la memoria.

In uno studio pubblicato da Nature Neuroscience un gruppo internazionale di ricercatori ha dimostrato che nel moscerino della frutta le cellule MB-V2 ricevono le informazioni dalla porzione del cervello che associa un valore positivo o negativo a uno stimolo, per esempio un odore, e le trasmettono alla porzione del midollo spinale che processa l’informazione dando luogo a comportamenti innati, come la repulsione nei confronti di un odore. Secondo Hiromu Tanimoto, uno degli autori principali della ricerca, ”l’identificazione di queste cellule e del loro ruolo nel richiamare le memorie e’ una pietra miliare nella comprensione di come la memoria guida i comportamenti animali”. Per approfondimenti

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi