Atrofia muscolare spinale: ident…

Identificato un biomarca…

Ricerca italiana su sclerosi mul…

Il trattamento con cellul…

Cardiopatie: nuove cure potrebbe…

L’idrogeno solforato, not…

Intolleranze alimentari: bloccan…

Washington - Bloccand…

Fumo, bronchite cronica e BPCO: …

In occasione della X …

Tanoressia: una variante genetic…

Dietro la ricerca spasmod…

Dieta mediterranea: toccasana pe…

Altro che Viagra. Pesce, …

Donne obese: maggiori rischi di …

Le donne obese corrono un…

Policlinico di Abano Terme sempr…

Una ginecologia d’eccelle…

Diabete: scoperto interruttore m…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aumentare i livelli di HDL non serve a prevenire malattie cardiovascolari

Roma, 16 ago – Aumentare i livelli di Hdl (high-density lipoprotein), il cosiddetto ”colesterolo buono”, non e’ sufficiente a prevenire le malattie cardiovascolari.

La notizia arriva da Nature Medicine, che sottolinea come gli studi clinici in cui e’ stata analizzata l’efficacia della somministrazione contemporanea di statine – i farmaci che abbassano i livelli di colesterolo cattivo – e di principi attivi che innalzano le concentrazioni ematiche di Hdl (niacina e fibrati) non diminuisce il rischio cardiovascolare piu’ di quanto non facciano gia’ da sole le statine.


”Nel momento delle vere sperimentazioni cliniche, nessuno dei trattamenti ha superato la prova”, ha spiegato Sanjay Kaul, cardiologo del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles (Stati Uniti).

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x