Abiraterone acetato: aumenta sig…

[caption id="attachme…

Procreazione Medicalmente Assist…

Tra i rischi da conoscere…

Ottimi i risultati del Cetuximab…

[caption id="attachme…

TUMORI: 51 GENI INDICANO L'INTEN…

[caption id="attachment_1…

Biotecnologie dedicate al "sorri…

Secondo un vecchio detto,…

La percezione visiva migliorata …

Anche chi vede bene non s…

Ictus: sensore sottocutaneo per …

Cinquecento pazienti in E…

Da Palermo la proposta di ‘Anemi…

Professori, medici spec…

Orientamento sessuale tra geneti…

Secondo una recente ricer…

Perdita di coscienza e attività …

I risultati di uno studio…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aumentare i livelli di HDL non serve a prevenire malattie cardiovascolari

Roma, 16 ago – Aumentare i livelli di Hdl (high-density lipoprotein), il cosiddetto ”colesterolo buono”, non e’ sufficiente a prevenire le malattie cardiovascolari.

La notizia arriva da Nature Medicine, che sottolinea come gli studi clinici in cui e’ stata analizzata l’efficacia della somministrazione contemporanea di statine – i farmaci che abbassano i livelli di colesterolo cattivo – e di principi attivi che innalzano le concentrazioni ematiche di Hdl (niacina e fibrati) non diminuisce il rischio cardiovascolare piu’ di quanto non facciano gia’ da sole le statine.


”Nel momento delle vere sperimentazioni cliniche, nessuno dei trattamenti ha superato la prova”, ha spiegato Sanjay Kaul, cardiologo del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles (Stati Uniti).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi