Asma, in una variante genetica, …

Il 90 per cento dei bambi…

I segreti del gene dell'invecchi…

[caption id="attachment_1…

Aborto spontaneo: individuati i …

Identificati i segnali m…

Osteoporosi: nuove molecole aiut…

[caption id="attachment_9…

Un ormone che controlla il mecca…

[caption id="attachme…

Sindrome metabolica: la dieta me…

La dieta mediterranea e' …

Un marcatore precoce per l'insuf…

[caption id="attachment_2…

Batteri intestinali e le funzion…

Una modifica della flor…

MICU: proteina chiave mitocondri…

La scoperta potrebbe port…

WAidid approda in Azerbaijan: si…

WAidid, l’Associazione Mo…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIDS: contraccettivo ormonale raddoppia rischi contagio

Le donne che utilizzano contraccettivi ormonali hanno un rischio doppio di contrarre l’HIV-1, e hanno inoltre anche il doppio delle probabilita’ di trasmettere l’infezione al partner sessuale.

E’ quanto emerge da uno studio effettuato da alcuni ricercatori dell’Universita’ di Washington e pubblicato su ‘The Lancet Infectious Diseases’.
Il rischio e’ particolarmente elevato tra chi utilizza i contraccettivi per mezzo di iniezione. Gli autori hanno evidenziato che sono circa 140 milioni le donne nel mondo a utilizzare contraccettivi ormonali. “Questi risultati hanno importanti implicazioni per la pianificazione familiare e per i programmi di prevenzione dell’HIV-1”, ha detto Jared Baeten, tra gli esperti americani che hanno condotto la ricerca.

Il primo autore dello studio, Rene’e Heffron, ha osservato: “Sono urgenti e necessarie raccomandazioni riguardo all’uso dei contraccettivi; in particolare e’ importante sottolineare l’importanza di una doppia protezione con preservativi in aggiunta ai metodi ormonali e non ormonali a basso dosaggio per le donne con o a rischio di HIV-1”. Un numero significativo di donne nell’Africa sub-sahariana utilizza contraccettivi ormonali positivi all’HIV. Lo scopo dello studio era proprio quello di determinare se l’utilizzo di contraccezione ormonale aumenti o meno il rischio per una donna d’incorrere nell’infezione e di trasmetterla. La ricerca ha coinvolto 3.790 coppie (provenienti da Zimbabwe, Uganda, Tanzania, Sud Africa, Ruanda, Kenya e Botswana), composte da un partner infetto da HIV-1 e l’altro no (coppie sierodiscordanti), tutte eterosessuali. La ricerca ha evidenziato che il rischio di contagio piu’ elevato si e’ registrato tra coloro che assumevano un contraccettivo ormonale iniettabile.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi