Le mutazioni alla base dell'epil…

Uno studio dell'universit…

VP882, il virus killer perfetto …

Una spia insospettabile i…

Autismo e disabilità intellettiv…

Il disturbo dello spettro…

Spina bifida: riduce incidenza i…

[caption id="attachment_9…

Il modello della Rete Nefrologic…

Torino, 22 novembre 2013.…

Le modifiche al Dl Rilancio econ…

AssoGenerici plaude all’a…

CSS: per combattere il grasso no…

No a cocktail di farmaci …

Cataratte: le statine diminuisco…

Le statine prevengono l…

Cancro: via sedentaria letale, m…

La vita sedentaria non fa…

Memoria e capacità cognitive: il…

Secondo un nuovo studio i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’aspirina riduce rischio cancro colon-rettale nel 50% dei casi ereditari

L’assunzione regolare di aspirina per piu’ di 5 anni dimezza il rischio di sviluppare forme ereditarie di cancro, come quelle all’intestino e all’utero.

Dalla ricerca pubblicata su Lancet emerge che tra chi soffre della sindrome di Lynch, una malattia ereditaria che provoca lo sviluppo di polipi che nel 50% dei casi evolvono in un cancro, ha sviluppato il tumore solo il 15% dei consumatori abituali di aspirina, mentre la percentuale sale al 30% nel caso degli altri pazienti.


I ricercatori ipotizzano che l’aspirina sia in grado di uccidere le cellule dei polipi prima che diventino cancerose. ”Ora – precisa Patrick Morrison della Queen’s University di Belfast (Irlanda), coautore dello studio – vogliamo determinare il dosaggio piu’ efficace per la prevenzione dei tumori ereditari”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x