Distrofia muscolare: allo studio…

Rigenerare i muscoli da…

E’ tempo di riconsiderare l’obbl…

“Le vaccinazioni sono uno…

Leucemia: una studente diciotten…

Brittany Wenger è una s…

Cardiomiopatia da stress: regist…

Cardiomiopatia da stress:…

Due geni alla base delle alteraz…

Scoperto un nuovo meccani…

Genomica: vaccinologia più strut…

Realizzazione di nuovi ap…

La strategia dei ragni per respi…

L'Argyroneta aquaticanon …

Radioterapia controllata per lim…

Già in uso nella NASA, un…

Dengue: la malattia tropicale pi…

La febbre Dengue e' la ma…

Fibrosi cistica: in USA nuova te…

Un gruppo di ricercatori…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’aspirina riduce rischio cancro colon-rettale nel 50% dei casi ereditari

L’assunzione regolare di aspirina per piu’ di 5 anni dimezza il rischio di sviluppare forme ereditarie di cancro, come quelle all’intestino e all’utero.

Dalla ricerca pubblicata su Lancet emerge che tra chi soffre della sindrome di Lynch, una malattia ereditaria che provoca lo sviluppo di polipi che nel 50% dei casi evolvono in un cancro, ha sviluppato il tumore solo il 15% dei consumatori abituali di aspirina, mentre la percentuale sale al 30% nel caso degli altri pazienti.


I ricercatori ipotizzano che l’aspirina sia in grado di uccidere le cellule dei polipi prima che diventino cancerose. ”Ora – precisa Patrick Morrison della Queen’s University di Belfast (Irlanda), coautore dello studio – vogliamo determinare il dosaggio piu’ efficace per la prevenzione dei tumori ereditari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi