AIDS: creato un chip, test rapid…

Un 'chip' per eseguire il…

Genoma: nuovo metodo per monitor…

Un team di ricercator…

Aminoacidi anti-invecchiamento, …

L'aggiunta in dieta di sp…

Osteoporosi: l'ormone tiroideo f…

L'ormone tireostimolante …

Meno rischi di fratture ossee pe…

Le donne di colore o asia…

Rinosinusite: malattia sociale d…

"La rinosinusite si c…

Tumori: sulle vie di un vaccino …

[caption id="attachment_8…

Allergie: i batteri intestinali …

I batteri che vivono norm…

Cancro: nuovo studio sui tumori …

Una nuova ricerca fatta d…

I segreti del gene dell'invecchi…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Polmoni: cellule staminali in grado di auto-riparare tessuti danneggiati

Cellule staminali dei polmoni riparano i tessuti danneggiati dal virus dell’influenza H1N1 o da altre patologie croniche e acute.

Lo annuncia Cell, pubblicando uno studio che ha dimostrato che nei topi queste cellule sono in grado di ricreare gli alveoli – strutture in cui viene assorbito l’ossigeno – nelle zone danneggiate dall’infezione da parte di H1N1.


Le cellule staminali umane si sono dimostrate capaci di ricostruire gli alveoli anche in laboratorio. ”Il problema delle pandemie e’ che le persone muoiono rapidamente”, spiega Frank McKeon dell’Harvard Medical School di Boston (Stati Uniti), coordinatore della ricerca. Una terapia a base di cellule staminali o di molecole legate alle ”cellule bambine” potrebbe accelerare la guarigione dei polmoni e aiutare chi soffre di patologie gravi come la fibrosi polmonare.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi