Ipertensione e acido glutammico

[caption id="attachment_1…

Eventi cardiaci: allo studio la …

I geni hanno un ruolo nel…

Il segreto dell'evoluzione dell'…

Lo chiamano il secondo ce…

Malattie della tiroide nei bambi…

I sintomi vengono attribu…

Alte dosi di vitamina D per un r…

Alte dosi di vitamina D …

Esercizio fisico: come modifica …

Attraverso una serie di m…

Cancro tiroide - rara forma: un …

Una combinazione di t…

Da enzima digestivo ad arma vele…

In un toporagno e in una …

Trombosi: a breve una nuova cura

E' definito Tromboembolis…

Merck Serono e Opexa Therapeutic…

   Merck Serono ottiene u…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sinusite: nuovo metodo di diagnosi con sensore ad ultrasuoni Doppler

Un nuovo metodo di diagnosi della sinusite potrebbe ridurre l’uso di antibiotici nonche’ i costi sociali della malattia. E’ quanto emerge da uno studio di una giovane ricercatrice della Lund University, in Svezia.


La sinusite e’ una malattia molto comune e presente sia nella forma acuta sia in quella cronica. In Europa, oltre il 9 per cento della popolazione soffre di sinusite cronica.
Pernilla Sahlstrand Johnson, ricercatrice presso la Lund e lo Skane University Hospital, insieme ad alcuni colleghi della facolta’ di Ingegneria, ha testato e valutato un nuovo metodo per diagnosticare meglio la sinusite. Il metodo si avvale di un sensore a ultrasuoni Doppler, che, a differenza di una normale ecografia o TC, e’ in grado di determinare la viscosita’ del fluido del seno paranasale. Fino a ora, l’unico modo per scoprire con certezza i livelli di viscosita’ del fluido era quello di stanare i seni mascellari, ma si tratta di una procedura invasiva e spiacevole per il paziente. I pazienti con fluido denso sono trattati con antibiotici, mentre per i pazienti con fluido a bassissima viscosita’ ci sono altre opzioni terapeutiche.

“La resistenza agli antibiotici – ha detto Sahlstrand Johnson all’Alpha Galielo Foundation – e’ considerata giustamente come un problema crescente. Una persona su quattro in Svezia prende antibiotici almeno una volt a all’anno, e molti di questi hanno subito una diagnosi con sinusite. Una diagnosi piu’ accurata potrebbe ridurre la quantita’ di antibiotici prescritti e il giusto trattamento potrebbe anche condurre a una riduzione dei costi”. “Abbiamo utilizzato il nuovo metodo in laboratorio con buoni risultati.
Stiamo progettando di provare il sensore a ultrasuoni Doppler in un ambiente clinico a breve, su un numero significativo di pazienti presso la Ear, Nose and Throat Clinic alla Skane University Hospital in Malmo and Lund”. Pernilla Sahlstrand Johnson ha studiato anche l’auto-percezione della qualita’ della vita di un gruppo di poco piu’ di 200 pazienti in attesa di intervento chirurgico del seno paranasale. “I partecipanti al nostro studio hanno registrato un calo significativo della qualita’ della vita a causa della loro sinusite, addirittura maggiore che negli altri grandi gruppi di pazienti con malattie come l’angina o il cancro. La sinusite, inoltre, ha anche anche un forte impatto finanziario sulla societa’, in quanto e’ una malattia comune e porta a livelli relativamente alti di assenza dal lavoro per malattia”, ha concluso la ricercatrice svedese.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!